Vnyl Trntbl, il vinile sposa l’Internet delle cose

Trntbl è il primo giradischi al mondo a coniugare il vinile con l’Internet of Things, permettendo lo streaming audio senza fili e molto altro. Tutti i dettagli

Per una volta iniziamo dalla fine, ossia dal prezzo: Trntbl sarà venduto a fine anno a un costo di 420 dollari (circa 370 euro), ma è si può già pre-ordinare nello store ufficiale a 351 dollari (l’equivalente di 308 euro).

E ora vediamo di cosa si tratta: prodotto e venduto da Vnyl, Trntbl (in inglese si legge turntable) è un giradischi per vinile che coniuga l’Internet delle Cose (IoT) per funzionare solo con configurazioni audio senza fili.

Ciò significa che il dispositivo non integra alcuna entrata rca e ottica e nessuna porta usb.

Realizzato in alluminio e plastica in nero o bianco, e dotato di due manopole per la commutazione tra 33 e 45 giri, il giradischi integra un dac (convertitore digitale-analogico) e supporta il bluetooth e l’AirPlay. Oltre allo streaming audio in wifi verso tutta l'ampia gamma di altoparlanti Sonos: un flusso non compresso (16 bit/44,1 kHz) fino al bitrate di 1.411 Mbps.

Come fa Shazam, Trntbl è in grado di determinare quale brano viene riprodotto sul piatto in tempo reale e poi condividere le informazioni sul social network pre-selezionato. Ciò significa che gli amici possono ricevere aggiornamenti e feedback su Facebook e Twitter di ciò che stiamo ascoltando. In più se a un amico piace la nostra musica è libero di ascoltarla a sua volta sintonizzandosi con noi tramite Spotify.

In pratica Trntbl identifica il disco che sta girando sul piatto e utilizza le informazioni per collegarsi a Spotify e indicargliele.

Visto l'interesse crescente per il vinile, confermato dall'incremento delle vendite che non registravano una crescita dagli anni '80, e dall'ormai non più rinunciabile tendenza verso il digitale, che la fa da padrone nel mondo audio, Vnyl ha trovato un modo per coniugare i due mondi, portandoli entrambi un passo avanti.