Una discoteca in casa con il sistema audio Sony MHC-V7D

Sony presenta l'interessante sistema audio MHC-V7D, con una potenza da brivido, ben 1440 Watt rms, e un comodo sistema di controllo a gesti

Sony-MHC-V7D_02

Il Sony MHC-V7D è un nuovo sistema audio hi-power studiato per feste e party. Grazie a ben 1.440 Watt rms di potenza, un valore decisamente fuori del comune per un impianto domestico e alle tecnologie Smart High Power e Sound Pressure Horn, per potenziare il livello di pressione sonora erogata, il Sony MHC-V7D riempie di musica e vibrazioni qualunque locale in cui viene posto. Sempre che i vicini di casa non chiamino la polizia. Karaoke, luci led regolabili “effetto disco”, effetti sonori dj-style e vari tipi di campionamento audio incorporati fanno di questo amplificatore una completa console da dj che si può controllare via smartphone e l'app gratuita Fiestable di Sonyda: un nome, una garanzia.

LO COMANDI A GESTI
Particolarmente interessante il Gesture Control, per controllare il sistema a gesti, così come le connessioni Nfc e Bluetooth per ricevere, wireless, le playlist da smartphone e tablet e la modalità Party Chain, per accoppiare e sincronizzare l’MHC-V7D con altri sistemi audio compatibili, per sonorizzare ambienti davvero vasti.

L'amplificatore pilota un diffusore a 3 tre vie composto di 5 speaker: due tweeter da 4 cm, due midrange da 12 cm e un woofer da 25 cm. Oltre a un lettore dvd incorporato.

Il Sony MHCV7D ha un prezzo di listino di 649 euro, su Amazon.it è in vendita a 545 euro.

Per presentare il Sony MHC-V7D la casa giapponese ha ingaggiato Cole Paviour, giovane scrittore e regista di tendenza con base a Londra. Prendendo come base la canzone Hideaway, di Kiesza, Paviour ha realizzato un divertente video in cui le onde sonore generate dagli altoparlanti vengono trasformate in suggestivi effetti visivi facendo vibrare vari tipi di materiali, dalla sabbia ai liquidi colorati, dall’acqua al ferrofluido (un composto di particelle di ferro immerse in un liquido). Vediamolo.

 

(11 luglio 2015)