Sony PS-HX500 | Lunga vita al giradischi

Sony cavalca la moda dei dischi in vinile e presenta Sony PS-HX500, un giradischi per dischi lp e ep che mette assieme le migliori tecnologie del passato analogico con le più moderne soluzioni audio digitali. Vediamo come è fatto e come funziona

Sony PS-HX500

Per gli audiofili, per chi ama la musica e anche, semplicemente, per chi vuole ascoltare comodamente la propria collezione di dischi long play e magari ascoltarla in auto, dopo averla convertita in digitale, Sony presenta PS-HX500, giradischi come quelli di una volta.

Il Sony PS-HX500 mette assieme la tecnologia dell'epoca d'oro dei dischi in vinile a cui aggiunge l'ultimo grido della tecnologia digitale.

La trasmissione è a cinghia, il piatto in alluminio pressofuso e il tappetino in gomma è spesso, componenti capaci di dare una rotazione superprecisa e il miglior assorbimento delle vibrazioni causate dall'ondulazione di dischi non perfettamente piani. La puntina in diamante è costruita con una nuova struttura, studiata per renderla più stabile e più mobile al tempo stesso è sostenuta da un portatestina arrotondato, per minimizzare le risonanze parassite e il tutto è fissato su un braccio dritto.

UN GIRADISCHI ANTICO FUORI, MODERNISSIMO DENTRO
Naturalmente, la visione dell'audio analogico di Sony è rivista in chiave ultramoderna. All'interno del PS-HX500 un convertitore analogico / digitale di alta qualità provvede a creare un suono al passo con i tempi e che, nei progetti della Casa, mantiene il suono che rende così speciali i dischi in vinile.

Il convertitore ad alta risoluzione dsd (direct stream digital) trasforma il segnale analogico in un flusso digitale a 5,6 MHz (o anche a 2,8 MHz, è il primo al mondo che lo sa fare), per non perdere nemmeno la più piccola sfumatura sonora catturata dalla puntina.

A differenza del classico formato pcm (pulse code modulation, usato nei cd audio), il formato dsd converte e riproduce la musica sfruttando un flusso audio a 1 bit, che rappresenta la forma d'onda sonora analogica meglio del normale pcm. Il risultato è un suono digitale che ha, in più, il timbro naturale dell'audio analogico.

Il giradischi PS-HX500 ha la classica uscita Fono con equalizzazione Riaa, adatta agli amplificatori integrati, sia un'uscita Linea per il collegamento a un equalizzatore fono esterno.

Il giradischi PS-HX500 si collega anche al pc, via usb e, grazie all'app gratuita Hi-Res Audio Recorder (per pc e Mac), permette non solo di convertire i brani da analogico a dsd ma anche di dividerli e di convertirli nuovamente in mp3 o in un altro formato compatibile con il player audio o con l'autoradio. In questo caso, naturalmente, vanno perduti i vantaggi della conversione audio ad alta risoluzione.

Il giradischi Sony PS-HX500 sarà in vendita in Italia da maggio. Negli Usa costa attorno ai 400 euro.