Sonos One, lo speaker che si controlla a voce con Amazon Alexa

Sonos lancia Sonos One in versione compatibile con Amazon Alexa. È uno smart speaker a controllo vocale capace di supportare molteplici servizi ma, ancora, non in italiano. È comunque un prodotto interessante, perciò eccolo in dettaglio

Il controllo vocale ha lasciato, finalmente, gli smartphone e, dopo anni di sperimentazioni non sempre riuscite, arriva in forze anche negli oggetti domestici di ogni giorno. E così, dal prossimo 24 ottobre gli appassionati di musica che vivono negli Stati Uniti, in Gran Bretagna e in Germania potranno utilizzare l'assistente vocale Amazon Alexa per controllare il nuovo speaker intelligente a controllo vocale Sonos One, grazie al supporto per i servizi Amazon Music, iHeartRadio, Pandora, SiriusXM e TuneIn. Nei giorni successivi arriverà su Sonos One anche il controllo vocale Alexa per Spotify.

Sonos One è in grado di riprodurre non solo musica ma anche podcast, audiolibri e altri tipi di contenuti audio da più di 80 servizi di streaming.

Sonos-One_02.jpg

Metti in pausa, salta il brano, vai avanti o indietro nella playlist, alza e abbassa il volume, così come la possibilità di chiedere il titolo della canzone in riproduzione: sono solo alcuni dei comandi che è possibile dare a voce a Sonos One grazie alla mediazione di Amazon Alexa. In più, tra i servizi disponibili ci sono anche: la possibilità di ascoltare le previsioni meteo e le notizie, informarsi sul traffico, seguire le partite e impostare un timer. I proprietari di Sonos One potranno utilizzare la propria voce anche per controllare il Sonos Home Sound System, nel caso lo abbiano.

Sonos One dispone di due amplificatori digitali in classe D che pilotano un altoparlante tweeter e un mid-woofer. Per la tecnologia di riconoscimento vocale vengono impiegati 6 microfoni, mentre un algoritmo adattivo di soppressione dei rumori permette allo speaker di “concentrarsi” sulla giusta persona che dà i comandi e assicurarsi che Amazon Alexa senta tutto con chiarezza. Infatti la tecnologia che cattura la voce non solo elimina l'eco ma permette allo speaker di riconoscere i comandi dati a voce anche quando è in esecuzione la musica. Inoltre, il volume di riproduzione si abbassa in modo intelligente quando la persona parla, in modo che non sia necessario alzare la voce per dare i comandi.

Per quanto riguarda i possibili dubbi relativi alla privacy, notiamo che la spia sullo speaker si illumina quando i microfoni sono attivi ed è spenta quando i microfoni sono spenti. Poiché i due componenti sfruttano lo stesso cavo di alimentazione, non sono possibili “trucchi da hacker” per barare sul funzionamento dei microfoni e captare di nascosto voci e conversazioni.

L'anno prossimo Sonos One diventerà compatibile anche con l’assistente vocale di Google e con Apple AirPlay 2 (e così diventerà possibile chiedere a qualsiasi dispositivo dotato di Siri di controllare la musica sugli speaker Sonos). Gli early adopter che desiderano avere subito lo stato dell'arte degli smart speaker a controllo vocale possono acquistare Sonos One dal 24 ottobre al prezzo di 229 euro (preordini già attivi sul sito di Sonos).