Panasonic 4K Pro | L'arma segreta del samurai

Alla convention 2015 di Francoforte, Panasonic presenta il 4K Pro: la tv 4K diventa una finestra aperta sulla realtà. Ecco i segreti della gamma tv 2015 del costruttore giapponese

Panasonic-Viera-TX-65CX800E

Panasonic, nel corso della convention annuale che si sta svolgendo in queste ore a Francoforte, ha presentato una ricca serie di novità di prodotto e di tecnologie che andranno ad arricchire la gamma 2015 della casa giapponese. Particolarmente interessanti quelle relative al video, con l'annuncio di un innovativo processore video e di una nuova generazione di pannelli lcd ad alte prestazioni. Il nuovo chip si chiama Studio Master 4K e, in abbinata ai nuovi pannelli lcd super-luminosi Wide Colour Phosphor, progettati appositamente, riesce a coprire il 98% della gamma cromatica Dci (Digital cinema initiative). In pratica, i nuovi televisori Viera serie CR850 (il primo schermo curvo di Panasonic) e CX800 sono in grado di riprodurre con fedeltà quasi tutta la palette di colori filmata dal direttore della fotografia e dal regista durante le riprese di un film.
Panasonic Viera CR850
Secondo Panasonic le nuove tv hanno una gamma di tonalità di colore e di sfumature molto più vicine a quelle del cinema, soprattutto nelle aree dei rossi e dei verdi.
Ancora una volta, questi risultati sono stati resi possibili dall'unione delle competenze che Panasonic ha, da sempre, nel settore della produzione video professionale (ricordiamo i blasonati Panasonic Hollywood Laboratory), con il know how accumulato nel tempo grazie alle tv al plasma. In soldoni, comunque, il processore di immagine 4K Pro sfrutta una gamma di nuove tecnologie dedicate all'ottimizzazione dell'immagine, tra cui spiccano:

Accurate Colour Drive
ntrodotta nelle tv consumer con le 3D Lookup Table, fino ad ora presenti solo nei monitor professionali, permette una avanzata gestione del coloregrazie a un approccio volumetrico al controllo dello spazio colore. In pratica, il cambiamento in uno dei colori da riprodurre si riflette su tutti i colori in uscita dalla tabella, permettendo così di ottenere una resa delle tonalità, a differenti livelli di luminosità e anche a bassissime luci, molto precisa e fedele. Inoltre le 3D Lookup Table controllano ben 8.000 punti di registro (e comprendono anche i canali ciano, magenta e giallo), contro il centinaio dei sistemi concorrenti.

Black Gradation Drive
Normalmente l'elaborazione video avviene con controllo a 8 bit: le tv Panasonic lo portano a 10, perciò le possibili gradazioni di colore sono 1024 contro 256. Non solo: unificando la gestione della retroilluminazione e la regolazione del guadagno si riescono a ottenere livelli di illuminazione più precisi e area per area dello schermo, anche nelle zone scure dell'immagine.

Contenuti HDR Nativi
Il processore video Studio Master 4K, non appena gli appropriati standard saranno finalizzati e applicati potrà riprodurre sui pannelli lcd Wide Colour Phosphor, contenuti nativi in Hdr (High dynamic range), ossia con una gamma dinamica molto più vicina a quella della realtà.

Pannelli Wide Colour Phosphor
ltre a fornire colori di stampo cinematografico, la tecnologia Wide Colour Phosphor crea immagini più luminose pur consumando meno energia, circa la metà di un pannello Quantum Dot. Cosa che li rende ideali per i contenuti High Dynamic Range.

Altre interessanti novità riguardano la nuova versione dell'interfaccia smart my Home Screen 2.0, motorizzata Firefox OS (foto qui sotto). Ma di questo parleremo in un prossimo articolo.

Panasonic TX65CX700-CXW704 Firefox OS

(23 febbraio 2015)