È arrivato Sky Q, il nuovo super decoder di Sky

Sky Q, il nuovo decoder di ultima generazione di Sky Tv è stato svelato. Disponibile da fine novembre, Sky Q promette di rivoluzionare la visione della tv, satellitare e no, sui vari schermi di casa. Vediamolo nei dettagli

Il nuovo "decoder" Sky Q trasmette fino a tre canali tv agli altri schermi di casa con una rete senza fili (o anche cablata, ethernet) e anche a tablet e smartphone. Il suo punto di forza è la capacità di mettere assieme e gestire la ricezione della tradizionale tv via satellite, di quella in digitale terrestre e dell'iptv, la tv in streaming che si riceve da internet. Una soluzione moderna e che riduce lo svantaggio di Sky nei confronti dei servizi di video on demand quali Netflix e Tim Vision.

Secondo Sky, 14 anni dopo il lancio del primo MySky, non si tratta nemmeno più di un decoder bensì di un mini computer dedicato al video, tanto che, per esempio, la tradizionale smart card di Sky da inserire non esiste più.

Sky Q in versione Platinum, la prima disponibile, in distribuzione agli abbonati da fine mese, permette di vedere un canale tv mentre ne registra fino ad altri quattro contemporaneamente e li archivia su un capace hard disk Seagate da 2 TB. Sufficiente, cioè, per circa mille ore di video in hd.
 

sky-q_02.jpg
Le connessioni posteriori del nuovo SKy Q

Un'altra novità è la possibilità di cominciare a vedere un programma su uno schermo, magari la tv principale di casa, e continuare, dopo, su un'altro apparecchio o sul tablet senza soluzione di continuità. Ossia ripartendo automaticamente dall'ultima sequenza dello schermo precedente. In pratica Sky Q è capace di gestire e di mostrare fino a 5 programmi nello stesso tempo, su 5 schermi diversi: 1 gestito da Sky Q Platinum, 2 gestiti dai nuovi Sky Mini collegati ad altre tv e, infine, 2 flussi video diversi visti su due dispositivi mobili (in questo caso, i programmi possono essere scaricati anzichéP visti in streaming. Una soluzione comoda per quando non si è sotto copertura wifi e non si vuole o non è disponibile la rete 4G.

L'elemento che unifica tutto il sistema Sky Q è l'interfaccia di controllo, ovviamente identica su ogni dispositivo collegato, esattamente come accade, per esempio, con Netflix e Infinity di Mediaset (utility di gestione comprese).

All'inizio del prossimo anno il rinnovamento dell'esperienza di visione di Sky continuerà con la presentazione di Sky Q Black, la versione di Sky Q Platinum pder chi non desidera la visione multischermo. A differenza del servizio principale, Sky Q Black potrà registrare di 500 ore di tv in hd (l'hard disk è da 1 TB) e non potrà gestire i decoderini satellite Q Mini. In compenso funzionerà allo stesso modo del fratello grande sui dispositivi mobili.

sky-q_03.jpg
Il telecomando di Sky Q è completamente nuovo rispetto al modello tradizionale My Sky

In più, ed era ora, entro marzo del prossimo anno Sky lancerà anche i programmi in 4k Ultra hd. Si comincia con lo sport, seguito dal cinema, serie tv e documentari.

Sky Q è già prenotabile e sarà disponibile per l'installazione a casa a partire dal 29 novembre. I prezzi di listino sono di 199 euro per l'installazione di Sky Q Platinum e di un box Sky mini (installare altri Sky mini costa 69 euro una tantum). Chi è già cliente Sky avrà un listino speciale, dedicato. Il prezzo del comodato mensile parte da 4 euro al mese (per gli abbonati da oltre 6 anni) e raggiunge i 15 euro per gli altri (il prezzo dell'attuale servizio Sky Multivision).