Intel Core vPro | Liberi dai cavi si lavora meglio

Intel lancia i processori Core vPro di quinta generazione, per trasformare l'attuale ambiente di lavoro in un luogo più creativo e finalmente libero dai cavi

Intel, il colosso dei chip, ha presentato ieri la famiglia di processori professionali di quinta generazione Intel Core vPro. Costruiti con tecnologia a 14 nm rappresentano un significativo salto in avanti su almeno due fronti importanti: sicurezza e libertà. La libertà è dalla schiavitù dei cavi che, nella nostra vita sempre connessa, spesso diventano un incubo. La nuova soluzione Intel Core vPro ne taglia ben tre in un colpo solo. Il primo cavo che taglia è quello della docking station, che negli uffici permette di collegare il proprio notebook o tablet al display e alla tastiera da scrivania: fine della ricerca di spinotti e cavetti assortiti. Nel tempo che ci si mette a sedersi, l'accoppiamento con monitor, tastiere, mouse e accessori è già avvenuto automaticamente, senza dover scrivere password, con una sicurezza dei dati di livello enterprise (Intel Identity Protection) e una velocità tre volte maggiore di quella del più veloce sistema odierno. Grazie alla tecnologia Intel Wireless Gigabit e al wi-fi 802.11 ad si dispone di una banda passante di ben 7 Gbps. Il secondo cavo che la tecnologia Intel Core vPro taglia è quello che dal notebook va al videoproiettore o a un display da presentazione. Il sistema wi-di di nuova generazione chiamato Intel Pro Wireless Display (Intel Pro WiDi) cominciare una presentazione pubblica è questione di un attimo e la sicurezza dei dati trasmessi wireless è al top della tecnologia. Il terzo cavo eliminato è quello dell'alimentatore. Il merito è delle nuove basi di ricarica wireless di prossima introduzione: si potrà, anche nel mondo dei pc e dei tablet, ricaricare wireless il proprio dispositivo così come, oggi, si fa con i più avanzati smartphone.

Guardiamo, nel video che segue, l'idea che ha Intel riguardo l'ufficio del (prossimo) futuro.

I processori Intel Core vPro di quinta generazione sono già stati adottati da 12 dei principali produttori di pc e notebook. Si tratta di ultrabook, notebook ultra sottili (clamshell, a conchiglia) e mini pc. Rispetto ai modelli analoghi di appena 4 anni fa i nuovi portatili con Intel Core vPro pesano fino al 50% in meno, hanno prestazioni e durata della batteria doppie e una varietà di design finora impensata.

Nella fotogallery full hd che segue vedete alcuni dei nuovi tablet e ultrabook che sfruttano la tecnologia Intel Core vPro di quinta generazione. 

Secondo Intel queste innovazioni permetteranno di trasformare in meglio i luoghi di lavoro e nello stesso tempo faranno risparmiare, alle aziende che le adotteranno, centinaia di miliardi di dollari di ottimizzazioni produttive. «Gli avanzamenti tecnologici più importanti vengono spesso scoperti durante l'evoluzione delle pratiche aziendali e queste intersezioni di fattori evolutivi contribuiscono a definire l'obiettivo e il ritmo di questi cambiamenti», ha osservato Genevieve Bell, Corporate Vice President, Director della User Experience Research degli Intel Labs e Intel Fellow. Non le si può davvero dare torto.

(30 gennaio 2015)