Il nuovo iMac Pro superpotente arriva a dicembre

Apple ha presentato in anteprima iMac Pro, la sua nuova linea di prodotti di classe workstation completamente nuova, progettata per gli utenti professionali e gestire al meglio le elevate richieste di potenza

Il nuovo Apple iMac Pro si presenta in anteprima con un display Retina 5k da 27 pollici e riproduzione di 1 miliardo di colori, processori Xeon fino a 18-core e potenza di elaborazione grafica fino a 22 teraflops. È il Mac più potente mai creato da Apple.

Per la prima volta il prossimo iMac porterà nei computer da tavolo della Mela capacità di elaborazione di classe workstation, grazie a un sistema completamente riprogettato, con una nuova architettura di dissipazione termica, fino all'80% migliore, per offrire prestazioni e design nel classico guscio dell'iMac.

2017-imac-pro_01.jpg

Il nuovo iMac Pro supporterà i processori Intel Xeon di nuova generazione fino a 18 core ed è stato per le elaborazioni di lavoro professionali. La gpu è la Radeon Pro Vega, con un nucleo di elaborazione di ultima generazione e fino a 16 GB di memoria a elevata ampiezza di banda (HBM2). Abbandonata la classica Nvidia, con questa scheda grafica, iMac Pro elabora fino a 11 teraflops a precisione singola, il che vuol dire capacità di rendering 3D in tempo reale e una credibile realtà virtuale a frame rate elevato.

iMac Pro supporta fino a 4 TB di archiviazione ssd e fino a 128 GB di memoria ram ECC. Le quattro prese  Thunderbolt 3 gli permettono di collegarsi contemporaneamente anche a due array raid ad alte prestazioni oppure a due monitor 5k. La connettività Ethernet, per la prima volta, è di classe 10 Gigabit.

Il lancio del nuovo iMac Pro è previsto per il prossimo dicembre, con prezzi partire da circa 5.000 euro, ma non è l'unica novità in cantiere: Apple sta lavorando anche a un Mac Pro di prossima generazione, interamente riprogettato e pensato per i clienti professionali che cercano design modulare e display professionale high-end. Vedremo nei prossimi mesi che cosa uscirà dal cilindro di Apple.