IN PROVA I Neato Botvac Connected, il robot è connesso!

Appassionati di robot, specialmente di quelli utili, non potevamo non provare il Neato Botvac Connected Wi-Fi. Ecco come è andata

Bello da vedere: la prima cosa che abbiamo notato aperta la scatola del Neato Botvac Connected è che è bello da vedere: nero, in parte lucido e in parte opaco, di design, elegante nel suo essere un aspirapolvere. Certo non sono qualità che ai fini pratici contano più di tanto ma fa comunque piacere ritrovarsi per casa un oggetto di aspetto gradevole e non i soliti elettrodomestici sgraziati modello bulgaro.

E ora veniamo alla sostanza: Il Neato Connected è uno dei due soli robot aspirapolvere al mondo che offrono la possibilità di essere comandati in remoto tramite lo smartphone (l’altro è il Roomba 980).

In pratica integra la connettività wi-fi che, se attivata tramite i tasti touch e il display presenti sulla parte superiore del robot, consentono di collegarlo alla rete casalinga e da lì in poi gestirlo anche tramite smartphone Android o iOS.

Dunque la prima cosa che abbiamo fatto dopo averlo messo in carica, è stata quella di scaricare l’applicazione "Neato" da Google Play.

Una volta installata sul telefono, tramite la stessa, abbiamo creato un account (indirizzo email e password), atteso la mail di conferma e cliccato sul link di verifica.

Subito dopo abbiamo proceduto con l’abbinamento del nostro robot all’app. Vi avvertiamo che, per farlo, occorre che il Neato sia bello carico e abbiate attivato la rete wi-fi domestica. Ora, armati di password del nostro wireless, abbiamo lanciato l’app, scelto il nome per il robot e toccato "Collega il tuo robot". Pochi istanti et voilà, il Neato è connesso.

Il robot è normalmente dotato di due funzioni di pulizia, Eco, più silenziosa, e Turbo, più potente ma anche più rumorosa. Grazie alla app, però, le possibilità aumentano e si può anche optare per una pulizia personalizzata, determinando un’area di 2X2 mq o 4X4 mq  su cui agire ed anche il numero di volte (1 o 2) che si desidera il robot passi in quei punti. Oppure si può scegliere l’opzione "Pulizia manuale" con la quale si dirige il robot tramite le frecce direzionali.

Come sempre abbiamo provato il robot su diversi tipi di pavimenti, dal parquet alle mattonelle moderne super lisce, ottenendo un buon risultato. Stavolta, però, l’abbiamo testato anche sulla moquette e il risultato non ci ha affatto deluso, anzi. Spruzzando la spazzola con un prodotto specifico contro gli acari, poi, si riesce ad ottenere anche una pulizia igienizzante oltre alla solita rimozione di polvere e peli.

A differenza di quanto letto tempo fa tra i commenti di alcuni utenti, non abbiamo notato alcun movimento a scatto né inchiodata per cambio direzione del robot. Non è il più fluido nei movimenti che ci è capitato di testare ma neppure il più "scattoso". Diciamo che fa e bene quello che deve fare, senza particolari problemi e con un ritorno puntuale alla sua base di ricarica. In più, come spiegato altre volte, la forma a D e la posizione particolarmente avanzata della spazzola consentono di ottenere una buona pulizia anche degli angoli e dei bordi delle stanze.

Neato Connected non utilizza un pattern di movimento random, ossia casuale, bensì, grazie alla navigazione laser, scansiona il perimetro degli ambienti in cui si trova ad agire, lo percorre e poi pulisce una dopo l’altra ogni sezione dell’area.

In modalità turbo la pulizia è durata circa 90 minuti. Ma, a onor del vero, abbiamo eseguito questo specifico test senza attendere che la ricarica del robot fosse completa, fattore che sicuramente ha inficiato l'autonomia di funzionamento. A tale proposito c’è da specificare che una delle novità di questo robot è proprio la batteria al litio.

Quanto alla pulizia del robot stesso è piuttosto semplice: basta aprire lo sportello sulla parte superiore a cui è attaccato il contenitore della polvere, svuotarlo e reinserirlo delicatamente nel robot. Le spazzole si sfilano molto facilmente ma fate attenzione: una sporgenza nella spazzola, se non posizionata correttamente verso l'interno, vi impedirà d'insersire la griglia protettiva e vi ritroverete ad armeggiare senza successo e, soprattutto, senza capire perché la griglia non vuole saperne di tornare al suo posto (in effetti non si fa molto caso alla linguetta le prime volte!).

Il robot arriva con in dotazione la spazzola combo, indicata nella raccolta dei peli degli animali, la spazzola Spiral blade, per ottenere massime prestazioni su tappeti e moquette, la spazzolina laterale, tre filtri ad ultra prestazioni (catturano particelle di 0,3 micron), accessori per la pulizia delle spazzole e nastro delimitatore.

Il giudizio di The Digeon

Ci necessita fare una premessa: un modello collegato e gestibile tramite smartphone può risultare molto utile ma dipende dai casi, dal proprio stile di vita e dalle necessità della propria famiglia. Pensiamo a chi ha animali in casa, per esempio: per buona parte di loro, attivare il robot in remoto senza essere presenti in casa non sarà affatto utile e, forse, anche controproducente.

Dipende ovviamente dal carattere e dall’età del pet in questione. Ma se fa pipì mentre siamo assenti e il robot parte al tocco della nostra app, allora è probabile aspirerà l’urina e rischieremo di far fare un bagno assai poco salutare al Neato Connected e anche di romperlo. Al contrario chi è via tutto il giorno per lavoro e non ha problemi di sorta, sarà ben contento di attivare il Neato ogni volta che vorrà. Fermo restando, però, che per tutti comunque esiste la possibilità di programmare giorni e orari della pulizia mediante il display e i tasti touch.

Per i motivi appena esposti, il nostro giudizio si basa non tanto sul fascino che l’app e il controllo in remoto esercitano su alcuni, quanto sulla qualità della pulizia del robot.

In tal senso il Botvac Connected, come già altri Neato che abbiamo testato in precedenza, non ci ha deluso. Lo riteniamo un buon prodotto, affidabile con il quid in più rappresentato dalla connettività.

Dal lancio ad oggi il prezzo è sceso e si può acquistare on line a 669 euro ed anche in siti specializzati a 679 con 24 mesi di garanzia ufficiale italiana.