Web | I ventitre migliori pesci di aprile della rete

I sogni son desideri e, spesso, si tramutano in scherzi per il pesce del 1 aprile! Insomma, "abbocchiamo" perché i servizi e i prodotti proposti, le idee, le notizie, le scoperte, rappresentano ciò che ci auguriamo sia o avvenga. Ma, anche se poi scopriamo che si tratta solo di una bufala, è comunque un modo sano e innocuo per ridere di noi stessi e di quanto siamo creduloni.
 
Ecco le trovate più originali degli ultimi anni (eh sì, ad alcune abbiamo creduto/sperato anche noi!)

 

                                            2000 - Google e il MentalPlex

google_mentaplex.jpgGoogle annuncia una nuova super tecnologia che legge il pensiero degli utenti e intercetta cosa vogliono cercare sul motore di ricerca: il Mentalplex.

A differenza dei motori di ricerca regolari, che richiedono di digitare una query per effettuare una ricerca, MentalPlex anticipa la richiesta valutando oltre 1,3 miliardi di variabili, tra cui: gli ultimi 5 siti visitati prima di venire su Google,  la pressione atmosferica, l'umidità e il contenuto di ozono, la congiunzione astrologica al momento della visita, la velocità e i vettori di movimento del mouse, l’aura personale e l'attività delle onde cerebrali.

Per utilizzarla al meglio occorre fissare un cerchio ipnotico. Solo dopo, però, essersi tolti cappello e occhiali, evitare di muovere la testa, concentrarsi sull’immagine della cosa da cercare.

Una volta volta cliccato sul cerchio appare un avviso che recita: "Errore: la convinzione è insufficiente. Si prega di battere le mani per 3 volte, cantando "Ci credo" e riprovare"

Volete fare una prova? Cliccate su MentalPlex

 

                                           2001 – ThinkGeek vende la stazione spaziale Mir…a pezzi!

mir.jpg<<Una parte della Mir è caduta nella nostra porzione di cielo e ThinkGeek (essendo i capitalisti sagaci che siamo) ha deciso di raccogliere i pezzi, imbottigliarli e venderli a voi consumatori fedeli. Sii il primo a tenere in mano un vero pezzo della stazione spaziale Mir (guanti ignifughi opzionali)>>.
 

E' l'annuncio pubblicato dal popolare sito ThinkGeek.com. E gli ordinativi fioccano!

 

2002 – La forza dell’universo si trasforma in energia grazie a un generatore per pc

Un sistema economico per produrre elettricità per sempre, sfruttando le vibrazioni della materia. Come? Con Infinite Power Generator Desktop Zero-Point, un generatore che costa solo 199,99 dollari ed è in grado di trasformare la materia dell’universo in elettricità. Il dispositivo è grande 8 pollici quadrati, e pesa poco meno di 3 chili. Una volta attivato, converte l’energia EM in 120 Volt/ 200 Amps.
 

zeropoint.jpg

L'unità emette appena un ronzio e produce meno di 600 rem di residuo delle radiazioni ionizzanti. Per lo smaltimento, è consigliabile svuotare la camera di triturazione non volatile dell'unità una volta ogni tre mesi, e smaltire i liquami di trizio/deuterio in un impianto per lo smaltimento dei rifiuti autorizzata. L’unità non è disponibile per i 220V.

Davvero un prodotto eccezionale. Peccato che non esiste! Anche se da tutto il mondo, per mesi e mesi, hanno inviato e-mail a ThinkGeek.com chiedendo di acquistarlo!

 

2003 – Finalmente arrivano gli pneumatici personalizzati!

La Dunlop Tires annuncia Dunlop Ident-a-Treds. Si tratta del frutto di un lavoro top secret durato dieci anni del centro di ricerca e sviluppo di Serit Polnud, in Canada. I ricercatori sono riusciti a creare nuovi pneumatici, ultra morbidi e altamente adesivi, combinando la linfa degli aceri canadesi con una mescola di gomme tradizionali.

 
Gli speciali pneumatici Dunlop Ident-a-Tred sono disponibili con le proprie iniziali, simboli, disegni o loghi incisi sui battistrada, combinando così una trazione superiore ad uno stile unico. Dice Ian McIntosh, direttore generale del servizio pubblicità e marketing di Dunlop: <<Per centinaia di anni le persone hanno indossato monogrammi sui vestiti e non c'è certo carenza di targhe personalizzate, quindi, perché non dovrebbero essere in grado di aggiungere un tocco personale anche ai loro pneumatici?>>.

Come farne a meno?

                                           2004 – Il cellulare per mancini

Niente touch, niente app: siamo ancora nell’epoca dei cellulari a conchiglia e utenti e siti specializzati sono sempre a caccia dell’ultimo modello in grado di dare qualcosa in più.

virgin_mobile.jpg

Ed ecco che Virgin Mobile annuncia un telefono cellulare Sony Ericsson LH-Z200 per mancini: <<Il telefono è progettato con un layout della tastiera invertita, i pulsanti vengono commutati da destra a sinistra, invece che secondo lo standard sinistra-destra. Questo design, semplice ma intelligente, rende la composizione, gli sms e il menu di navigazione più veloce e più facile da gestire per chi usa la mano sinistra>>.

Inutile dire che ci sono caduti in molti riportando la notizia come vera. Per esempio Mobile Magazine !

                  2005 – Tra palline da golf e Ikea

Restando in tema "mancini", il produttore di attrezzature sportive Dunlop, per voce del suo ceo, Chris Ronnie, annuncia Dunlop Lefty, le palline da golf progettate specificamente per giocatori mancini (!!!).  Dice Ronnie: <<Nei Golf club i giocatri mancini sono ormai all'ordine del giorno ma nessuna azienda ha ancora prodotto una pallina da golf per loro. Molti golfisti segnano la palla con un segno d’inchiostro per concentrarsi meglio sulla posizione di battuta. Dunlop Lefty assisterà i golfisti mancini con un design ergonomico e la  freccia Dunlop, che punta dal lato sinistro della palla verso destra, indicando così la corretta posizione di messa a fuoco della palla>>. E anche stavolta i giornali digitali di settore abboccano… (come GolfMagic).

ikea_jobs_0.jpgIntanto il giornale inglese The Register riferisce che Steve Jobs ha deciso di prendere la direzione di Ikea, pur mantenendo il suo ruolo di amministratore delegato sia di Apple Computer che di Pixar. Lo scopo di Jobs è realizzare mobili da assemblare esteticamente più sottili.

Non solo: Jobs, noto fruttariano, intende mettere mano anche alla mensa del gigante dei mobili, eliminando le celebri polpette svedesi e sostituendole con una zuppa di miso guarnita da una fetta di carota o un pezzo di tofu.

 

                                                                   2006 - Il reggiseno musicale

PopXpress, una catena britannica di negozi dedicati agli accessori per iPod e lettori mp3, presenta iPop Bra, un prodotto progettato per aiutare le persone a mantenere "il passo della musica": <<Il nuovo reggiseno ha una tasca nascosta per l’iPod o il player mp3 e i tasti di controllo incorporati nel tessuto. Disponibile in bianco o nero e nelle taglie che vanno dalla coppa A alla F, iPopBra è stato progettato in modo da poter mantenere il più piccolo dei gadget proprio accanto ai vostri beni più grandi>>

                                                2007 – La fatina del Derbyshire

La foto di una creatura mummificata, grande poco più di 20 cm e simile ad una fatina, viene inviata al sito inglese Libano Circle Magik Co (una pagina web che si occupa di magia, mistero et similia).

Il testo che accompagna l’immagine spiega che la piccola mummia è stata rinvenuta da un uomo, mentre andava a spasso col suo cane lungo una antica strada romana del Derbyshire rurale.

Il sito pubblica la notizia, si sparge la voce in rete, inizia il tam tam tra i blogger e si scatena il putiferio dei fan del fantasy: centinaia di mail, decine di migliaia di contatti sulla pagina web…finalmente esiste la prova che le fate esistono! The_Derbyshire_Fairy_mummif.jpg

Nulla, però, destinato, a durare molto: a gelare gli entusiasmi, in serata arriva la smentita di Dan Baines, proprietario del sito. E’ lui l’autore dello scherzo e della realizzazione della creatura.

Baines ha continuato a ricevere mail anche molto tempo dopo la sua confessione da parte di chi non voleva proprio accettare la dura realtà.

Ora la fatina fa bello sfoggio di sé nella collezione di un americano, che l'ha acquistata da Baines per 280 sterline, circa 380 euro.

Google_tisp_0.jpgMa i pesci di aprile di quest'anno non sono finiti: Google, infatti, rilancia col suo nuovissimo servizio TISP (Toilet Internet Service Provider). In pratica, sfruttando il sistema idraulico del proprio gabinetto, grazie all'installazione di un cavo in fibra ottica (sistema brevettato detto GFlush), è possibile avere la connessione a banda larga wireless in tutta la casa.

Google promette inoltre di fornire il servizio alle imprese con un'assistenza on-site 24 ore al giorno, in caso di problemi di backup, sottotensioni e salviette di dati!

              2008 – Il telefono è innestato nel corpo e il test di gravidanza è usb

Un telefono cellulare realmente portatile? Niente di meglio di uno innestato nel proprio corpo. Si chiama HandSolo Mobile e l’ha sviluppato Qualcomm. Si impianta direttamente nella mano e consente di parlare utilizzando il pollice come cornetta e il mignolo come microfono. Grazie alla tecnologia "high-five", dispone di trasferimento di chiamata, vibrazione, lettore di musica e sveglia regolabile.

Guardate come funziona nel video sotto!
 

Quando all’epoca abbiamo letto la notizia in mente ci è apparso un "E’ una bufala!" grande quanto una casa. Ma neppure il tempo di riderne che la notizia era già rimbalzata sui siti e i blog di mezzo mondo. Italiani inclusi.

A portare ancora una volta a segno il colpo, sono i geniacci di ThinkGeek, che mettono in vendita nel loro sito PTeq, la prima chiavetta usb al mondo ad eseguire i test di gravidanza.chiavetta-usb-che-ti-indica.jpg

Funziona così: si fa pipì sullo stick assorbente e poi s’inserisce la chiavetta nel pc. A quel punto l’alimentazione dalla porta usb avvia il processo di ionizzazione electrospray, creando uno spettrografo delle varie masse per l'analisi dell’urina. Tempo pochi istanti e si hanno i risultati con una precisione del 99%. In più si può usare anche per sapere i livelli ormonali e, dunque, i giorni fertili.

Il tutto, poi, costa solo 18 dollari, neppure 20 euro. Conveniente!

 

                                2009 - L'auto del Presidente è nuclear-proof

Il Moscow Times rivela che la nuova Limousine del presidente Dmitry Medvedev è molto ma molto più sicura di The Best, il soprannome dato alla macchina utilizzata per trasportare Barack Obama. 

L'auto presidenzile russa è rivestita da 12 centimetri di titanio, tanto da risultare più resistente di un carro armato T-72. I finestrini possono sopportare un colpo diretto da un razzo granata, mentre le ruote diventano automaticamente dei cingoli quando si va su terreni accidentati. Un funzionario del Cremlino, sempre secondo il resoconto del quotidiano, osserva che gli occupanti della vettura potrebbero addirittura sopravvivere a un piccolo attacco nucleare, ma solo se il vento soffiava in una certa direzione.

Incredibile? Tutt'altro: numerose agenzie di stampa riportano la storia come fatto vero e Der Spiegel e tre mezzi di comunicazione in Corea del Sud contattano il Moscow Times per avere maggiori dettagli!

                                                     2010 – Con la app giusta l’iPad è una bilancia

ipadfit.jpg

L’azienda dedita alla salute e al fitness DailyBurn presenta una nuova app. Si chiama iPad Fit Series e, una volta installata, trasforma l’iPad in una bilancia per il peso corporeo.

Basta avviarla e salire in piedi sul’iPad per visualizzare il peso e la massa corporea. Se siamo in forma l’app si congratula vocalmente, altrimenti ci sgrida e ci sprona a metterci a dieta.
Ci sono cascati? Sì, ci sono cascati praticamente tutti!

 

                                   2011 – La mail si invia a gesti

Google torna alla carica e presenta Gmail Motion, un servizio che consente alle persone di leggere, scrivere e inviare e-mail utilizzando solo i gesti.

Il tutto grazie alla webcam del computer e a un "algoritmo di monitoraggio dello spazio".

Muovendo le mani in aria come si stesse aprendo una busta, i navigatori possono aprire un messaggio e rispondere puntando indietro il pollice. Magari fosse…

Sotto il video dimostrativo ufficiale.

 

2012 - Skype va a...filo!

skype_for_string.jpg

Skype annnuncia di aver rilasciato una versione beta del suo nuovo servizio Skype for String, col quale, finalmente, non serve più una connessione a internet via pc, smartphone o tabletr per effettuare chiamate.

Tutto ciò che serve, infatti, sono due tazze e un pezzo di corda, con una larghezza di banda minima di 5 mm.

Si possono utilizzare tazze e corde di vari modelli e marche ma, per essere sicuri che il servizio funzioni ottimamente, è consigliato dotarsi, acquistandolo, di un set certificato Skype.

 

2012 – E' di Sony l’ultrabook minuscolo

2012-sony-vaio-q-1.jpgGrazie a tecnologie avanzatissime e nano componenti è finalmente arrivato il computer da tasca, anzi, da taschino.

Si chiama VAIO® Q Ultrabook ed è l’ultimo prodotto lanciato da Sony. L’Ultra-small ultrabook vanta 8 GB di ram, risoluzione di 1080p hd e pieno supporto grafica 3-D.

Secondo Sony rappresenta "la vera portabilità senza compromessi".

Eccolo nel video di presentazione ufficiale.

 

                                         

2013 – Arrivano i droni-postini e la vasca verticale

Il venditore britannico di sanitari Bathstore annuncia in anteprima mondiale la Vertical Bath, la vasca da bagno verticale.

2013bath_lg.jpgIl prodotto è stato progettato per consentire ai proprietari di case di risparmiare prezioso spazio nell’abitazione ma senza rinunciare  al relax e al piacere di un bagno caldo rilassante.

Per utilizzare la Vertical Bath, è sufficiente entrare, chiudere bene la porta e riempirla d’acqua. Sono sconsigliati i bagno schiuma!

Google rinnova il suo appuntamento col 1 aprile e annuncia Google Nose Beta, un sistema in grado di far provare un’esperienza olfattiva senza precedenti e, al contempo, creare il "Google Aromabase" di 15M + "scentibytes".

Google, infatti, ha capito come manipolare i fotoni che escono dello schermo e, intersecandoli con le onde sonore dette infrasuoni, riesce ad allineare temporaneamente le molecole in grado di emulare particolari profumi.

Odori ed essenze sono così odorabili dalle persone sedute davanti allo schermo del proprio computer.

Sempre al passo coi tempi, il pesce d'aprile affronta il tema droni.

Ecco dunque che le Poste francesi annunciano di aver stretto una collaborazione con Parrot per lanciare il servizio sperimentale Drone postale Air.

drone_postino.jpgIl servizio prevede la consegna della posta a mezzo dei droni ad Auvergne, nel sud della Francia centrale. Il tutto sotto la sorveglianza di 20 addetti delle poste, in grado di controllare i droni tramite un app sui loro smartphone.

Dato il tema caldo, da una parte all'altra del mondo, grandi e piccoli quotidiani, siti e blog, abbiamo abboccato praticamente tutti! 

 

2014 – Lotta di genere e selfie robotizzati

Il marketplace PeoplePerHour fa un annuncio choc: data l'incomunicabilità tra i sessi, d'ora in avanti le richieste e le offerte di lavoro si eseguiranno con appositi form per maschi e femmine. Un po' come accade per la divisione dei bagni. Scoppia la bagarre e molti utenti accusano il sito di sessimo. L'intera e gustosa storia ve l'abbiamo raccontata su "Lotta di genere su PPH".

sphero_selfiebot_0.jpgUn robot volante, in grado di seguirci ovunque autonomamente e scattarci selfie. Si chiama #SelfieBot ed è frutto della tecnologia all'avanguardia e dell'intelligenza artificiale avanzata sviluppate da Sphero. 

#SelfieBot aleggia al nostro fianco,registra la nostra vita in alta definizione e ci fa anche compagnia.

E siccome Sphero è un produttore di robot particolari, la moda del selfie impazza e piacerebbe a molti possedere un automa del genere (anche a noi a dire il vero!), le richieste e le prenotazioni non sono mancate.

Per consolarci dello scherzetto e della delusione, godiamoci il video di presentazione!

 

Per scoprire quali saranno i pesci d'aprile 2015 più di successo non resta che attendere la fine di questa giornata. Intanto, occhio alla bufala!

                                                      

2015 - Attenti, i draghi son tornati!

Grandi buontemponi gli editori della rivista Nature che  sono riusciti a far passare (quasi) come vera una bufala gigantesca, lanciandola dalle pagine web del giornale. Attribuita a tre studiosi australiani, Andrew Hamilton, Robert May ed Edward Waters, con tanto di indirizzi email dei ricercatori, la news riguarda la prova dell'esistenza dei draghi e il loro ritorno, sulla base di antichissime carte rinvenute nella biblioteca Bodleiana dell'Università di Oxford.

I draghi, insomma, ci sono sempre stati, ma il clima degli ultimi secoli li ha ibernati ed ora, grazie a una congiuntura climatica favorevole, sono pronti a tornare sulla scena. Non certo da soli però: anche i cavalieri, loro pasto principale, sono tornati in Australia, favorendo la ricomparsa dei singolari animali sputafuoco.

Come risolvere? Smettendo di dare onorificenze ai cavalieri! Meno cavalieri, infatti, è uguale a meno cibo per le creature mitologiche e, quindi, a una sensibile diminuzione del numero dei draghi.

 

(1 aprile 2016)