SPEDINGO | IL MARKETPLACE PER LE SPEDIZIONI LOW COST

Da una necessità concreta è nata una brillante idea italiana per risparmiare sulle spese di trasporto di pacchi ingombranti e oggetti. Spedingo è il marketplace che mette in contatto i tir che viaggiano vuoti o semivuoti con i clienti in cerca di un passaggio per le loro merci. Ecco come funziona

Il buon business? Parte sempre da un’idea semplice ma geniale. Come quella venuta a due under 40, Marco Tontini e Marco Tamanti, il giorno in cui si si sono ritrovati alle prese con la fatica e i costi di un trasloco. «Avevo l’esigenza di trasferire alcuni mobili e uno scooter da Cattolica a Milano e mi sono reso conto dei prezzi altissimi praticati sul mercato ed anche della difficoltà nel trovare una azienda di trasporti disponibile», racconta Tontini. «Per fortuna sono entrato in contatto con un camionista che stava rientrando su Milano col camion mezzo vuoto e abbiamo concordato una cifra del 60% più bassa di quelle normalmente praticate. Così ho pensato di trasformare il singolo caso fortuito in un sistema».

Nasce così spedingo.com, un singolare marketplace che fa incontrare chi deve spedire oggetti e chi li trasporta. Con soddisfazione per ambo le parti.
Stando a recenti statistiche della Commissione Europea, infatti, ogni giorno sulle nostre strade circa il 25% dei camion viaggia completamente scarico e oltre il 50% ha ancora spazio disponibile per caricare altra merce. Molto spesso si tratta di veicoli che, dopo aver fatto la consegna, effettuano il viaggio di ritorno a vuoto.

iveco stralis 420

Ogni giorno, in Europa, circa il 25% dei camion viaggia scarico e oltre il 50% ha spazio ancora disponibile.

Auto, moto, divani, merci di vario genere e pacchi e pacchetti grandi e piccoli, possono così sfruttare a buon prezzo un passaggio su un camion già destinato a percorrere una determinata tratta. Il risultato è che l’autotrasportatore guadagna qualcosa in più ottimizzando il suo viaggio e chi spedisce risparmia fino al 70% sui costi che avrebbe dovuto affrontare prenotando un’apposita spedizione. Senza contare i benefici per l’ambiente e le grandi quantità di CO2 sparse in meno nell’aria.

Come funziona
Tramite Spedingo.com chi deve spedire un oggetto ingombrante pubblica gratuitamente la propria richiesta e riceve senza impegno dei preventivi da aziende di trasporto che hanno spazio ancora disponibile all’interno dei propri mezzi. Come su eBay, ogni trasportatore in regola con le normative vigenti ha un rating fornito dalle recensioni degli utenti, che in tal modo possono confrontare, oltre ai preventivi ricevuti, anche il livello di servizio offerto.

scatola aperta

«La chiave del nostro successo è che noi siamo accessibili da tutti e non solo da una clientela corporate», dice Tamanti. E i risultati ci sono: ad oggi Spedingo.com conta 438mila visitatori unici, 400 aziende di trasporto iscritte, 67.500 mila offerte di spedizione già transitate sul portale, 7.000 trasporti dedicati evitati, per un totale di quasi 5 milioni di chilometri non percorsi ad hoc e 950mila kg di CO2 risparmiati grazie all'incontro tra domanda e offerta.
«Ci definiamo ‘problem solver’», dice Tontini: «Le persone si rivolgono alla nostra piattaforma perché risolviamo problemi e adottiamo soluzioni che non convenzionali e che non esistono sul mercato».


marco tontini e marco tamanti
Marco Tontini e Marco Tamanti, i fondatori di Spedingo

E non mancano le richieste curiose: «Tempo fa un frequentatore del marketplace ci ha chiesto se nel trasloco dei mobili alla casa al mare poteva essere inclusa anche la moglie», conclude Tontini. Speriamo almeno intendesse far viaggiare la consorte sui sedili anteriori del tir!

(5 novembre)