UPDATED – SUCCESSO PER FALCON X, RAZZO RIUTILIZZABILE

AGGIORNAMENTO - SpaceX è riuscita ieri, per la prima volta nella storia dell'esplorazione spaziale, a far atterrare in mare, sano e salvo, un razzo Falcon 9 lanciato venerdì scorso, alle 17, dalla base spaziale di Cape Canaveral, in Florida.

Dopo cinque tentativi infruttuosi Space X, la società astronautica di Elon Musk, gran capo di Tesla Motors e inventore di Paypal, ha fatto rientrare nell'atmosfera e atterrare in verticale, su una piattaforma-drone davanti alle coste della Florida, nell'Oceano Atlantico, il primo stadio del razzo Falcon 9 (lo vediamo nella foto). La piattaforma robotica viene guidata in remoto, nessun essere umano è a bordo, e viene portata dalla stazione di controllo nel luogo il più vicino possibile a quello del rientro a terra del razzo, che in questo modo non deve tornare indietro fino alla base di lancio a terra, come avveniva fino a ieri e si risparmia carburante.

Lo scorso gennaio un Falcon 9 era già riuscito a rientrare e a raggiungere la piattaforma drone. Tuttavia, a causa di un guasto a una delle 4 zampe che lo mantengono verticale, una volta toccato il suolo il razzo si è inclinato ed è piombato a terra esplodendo.

DECOLLA DA TERRA, ATTERRA SU UNA PIATTAFORMA MARINA
Poco prima, a dicembre 2015, un razzo di SpaceX era rientrato e atterrato sulla terraferma. La piattaforma-drone oceanica è però molto più sicura, perché in mare non ci sono persone o città e, dunque, la probabilità di incidenti alle persone durante la fase di rientro è molto remota.

Oggi, domenica 10 aprile la navicella Dragon, portata in orbita dal Falcon 9 raggiungerà la Stazione spaziale internazionale (Iss) portando materiale per gli astronauti e una “casa gonfiabile” chiamata Beam (Bigelow expandable activity module) di cui verrà testata la sicurezza e l'efficienza per almeno due anni.

L'idea è di usare questi abitacoli, nel futuro, per farci vivere gli astronauti e i tecnici che colonizzeranno lo spazio vicino: dal 2017, se tutto andrà bene, Space X comincerà a portare in orbita astronauti, non più solo cose.

Vediamo, nello stupefacente video in 4k, lo storico momento dell'atterraggio sano e salvo del Falcon 9 sulla piattaforma-drone radiocomandata.
All'inizio della fotogallery alla fine dell'articolo abbiamo aggiunto anche 10 nuove foto della storica impresa.

 

 

Interstellar, il film di Christopher Nolan con Matthew McConaughey e Anne Hathaway ha fatto tornare di gran moda la fantascienza. Ma c'è qualcuno che, la fantascienza, sta provando a far diventare realtà. È Elon Musk, il vulcanico imprenditore americano amministratore delegato di Tesla Motors e tra i cofondatori del sistema di pagamento online Paypal. Con la sua Space X (Space exploration technologies corporation) che ha fondato nel 2002 e di cui è amministratore delegato, ha creato la prima navetta spaziale privata pensata per prendere il posto dello Space Shuttle della Nasa. Dal 2012 Space X porta i rifornimenti alla Stazione spaziale internazionale, con cui ha un contratto per almeno 12 voli. Per dimostrare quanto fa sul serio, la compagnia ha appena messo online un video in computergrafica in cui mostra in che modo, con i suoi razzi, prevede di abbattere i costi, aumentare il carico trasportato e la frequenza dei lanci.

Space-X-Falcon-Heavy
Space X Falcon Heavy

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

TRE RAZZI SONO MEGLIO DI UNO
Con il classico pragmatismo anglosassone pare che Musk e i suoi ingegneri si siano chiesti: «cosa c'è di più potente del nostro razzo Space X Falcon 9? Semplice: 3 razzi Space X Falcon 9 legati assieme». Detto fatto: i programmi di Space X prevedono che, entro la fine dell'anno, venga lanciato il super-razzo Falcon Heavy. Un mostro capace di portare in orbita bassa (la stessa della Stazione spaziale internazionale, per intenderci) un carico utile di ben 53 tonnellate, ossia tanto quanto quello di un Boeing 737 a pieno carico.

DALLA TERRA ALLO SPAZIO. E RITORNO
Come se non bastasse i tre giganteschi primi stadi, una volta esaurito il carburante, torneranno a terra con una discesa controllata che li farà depositare dolcemente, come tre candeline su una torta, sulle apposite piazzole della base di lancio: esattamente come aveva immaginato il grande Hergé quando, nel 1953, pubblicò il suo Tintin Objectif Lune.

Fantascienza? Realtà? Musk non ha la fama del millantatore perciò, se sostiene che il Falcon Heavy, con i suoi 27 motori a razzo porterà di nuovo l'uomo sulla Luna o su Marte c'è da credergli. Dopotutto sulla Terra solo il Saturno V, il missile che ha portato l'uomo sulla Luna (e che non vola più da 42 anni), sarebbe più potente del Falcon Heavy.

 

 

 

L'obiettivo di Space X è abbattere i costi dei voli spaziali, aumentare il carico trasportato e la frequenza dei lanci

 

Space-X-Dragon-V2-Interior
La cabina di pilotaggio

Lo scorso gennaio, durante un test, un razzo Falcon 9-R ha portato in orbita il proprio carico ed è rientrato nell'atmosfera, schiantandosi poi sulla piazzola della chiatta di recupero al largo delle coste della Florida. Secondo Musk «se il nostro vettore non fosse rimasto a corto di carburante idraulico sul lato destro, l'atterraggio sarebbe riuscito». Una dichiarazione di ottimismo!

Nella fotogallery qui sotto potete vedere alcune immagini degli ultimi lanci del razzo Falcon 9. 

 
 
 
 
 
Cliccate sul simbolo a X nella barra di controllo grigia della fotogallery che segue per vedere le foto a tutto schermo

 

(1 febbraio 2015)