Dieta online | Il pericolo corre sul web

Intel Security ha reso noti i risultati di una ricerca intitolata “Dieta della Sicurezza online: sei ciò che clicchi”, che ha analizzato i comportamenti e gli atteggiamenti online degli italiani.

Lo studio è stato svolto lo scorso aprile su oltre 15.000 persone nel mondo (1.000 in Italia), di età compresa tra 21 e 54 anni ed equamente distribuiti per età e sesso. Maggio è il mese giusto per iniziare una nuova dieta e le persone cercano online le soluzioni più rapide. Ecco perché Intel Security ha voluto capire i comportamenti degli utenti durante la ricerca online di programmi di dieta e fitness e informarli sui potenziali rischi del “cliccare senza pensarci”.

La ricerca ha evidenziato che, di fronte alla prospettiva di una dieta miracolosa, la sicurezza passa in secondo piano: mentre naviga, il 64% degli italiani clicca le promozioni e i pop-up che riguardano diete e fitness anche se li considera pericolosi: quando si desidera un corpo ideale, le persone sono disposte a sacrificare la propria sicurezza online.

I giovani fino a 21 anni sono quelli che in maggior misura hanno visitato un sito promozionale o aperto un pop-up riguardante dieta e fitness (76%) rispetto agli adulti tra i 21 e i 54 anni (54%).

Il 56% degli intervistati, prima dell'estate, molto probabilmente farebbe clic su un link promozionale di un programma di messa in forma.

Il 64% degli intervistati ha effettivamente cliccato su un link promozionale che offre un programma di dieta.

Il 31% degli intervistati è più propenso a cliccare su un link promozionale o un articolo che offre suggerimenti dietetici se compare la testimonianza o l’avvallo di un vip.

Il 20% degli intervistati ha acquistato un servizio o un prodotto da un link promozionale senza sapere se fosse o meno un sito sicuro.

Quasi la metà degli intervistati farebbe clic su un link promozionale per i programmi di dieta in risposta a una ricerca su Google (45%). Il 38% selezionerebbe un link presente su Facebook, il 34% su un sito web e il 18% su un blog.

Il 45% degli intervistati non saprebbe come controllare l’attendibilità di un sito prima di fornire dati di pagamento o informazioni personali.

Lo studio ha anche messo in evidenza i modi con cui i criminali informatici sfruttano l'interesse verso i programmi per la perdita di peso e la forma fisica e ha sottolineato i comportamenti che espongono i consumatori ai maggiori rischi di sicurezza online. Ecco dunque alcuni consigli per ridurre i rischi di... far fare la dieta solo al proprio conto in banca.

LE COSE DA FARE PER NAVIGARE SICURI

Pensare prima di cliccare
Offerte troppo belle per essere vere, per esempio "perdere 10 chili in una settimana" possono nascondere un sito che include link di phishing, che conducono cioè a siti web in grado di carpire informazioni personali o di far scaricare malware sul computer.

Navigare in sicurezza
Attenzione ai siti web fasulli. Siti creati per truffare i consumatori possono avere un indirizzo molto simile a un sito legittimo, come per esempio "Wait Watchers" invece di "Weight Watchers". Questi siti hanno spesso errori di ortografia, di grammatica e immagini di bassa qualità. Se un sito richiede informazioni personali è importante controllarne l'indirizzo, quello scritto nella barra in alto del browser, per assicurarsi che sia proprio il sito che volevamo visitare e non un sito fasullo.

È utile anche utilizzare uno strumento di verifica della reputazione web come per esempio McAfee WebAdvisor che aiuta a identificare i siti pericolosi e informe di siti o link a rischio prima di visitarli.

 

I siti truffa hanno un indirizzo web molto simile a quello dei siti legittimi che imitano

 

Usare password complesse
Dire definitivamente addio alla password facili
e utilizzarne di più efficaci e sicure composte di lettere e numeri, non di parole di senso compiuto. Modificarle regolarmente e non usare la stessa password su tutti i propri account.

Rimanere aggiornati
Le migliori soluzioni di sicurezza si aggiornano automaticamente
per proteggere il computer dai pericoli più recenti. Anche gli aggiornamenti dei sistemi operativi includono le più recenti soluzioni di sicurezza per essere aggiornati in modo costante.

Utilizzare soluzioni di sicurezza complete per proteggersi da malware e altri attacchi informatici.

Molti degli intervistati hanno ammesso che per raggiungere il proprio obiettivo di peso o di silhouette sarebbero disposti a condividere alcune informazioni personali come l'indirizzo email (59%), il nome completo (42%) o l’età (44%) con un sito web o una società di servizi che prometta tali risultati, senza tenere in conto che «i criminali informatici stanno diventando sempre più esperti nel comprendere la stagionalità delle abitudini di ricerca dei consumatori e sanno come sfruttare al meglio queste informazioni», dichiara Gary Davis di Intel Security. «Per questo è sempre più importante che le persone siano informate sulle problematiche di sicurezza che si celano anche dietro le più innocue ricerche su internet e sappiano identificare le email e i siti potenzialmente pericolosi».