Aldebaran Pepper | Robot fammi un caffè!

Il prossimo dicembre in alcuni punti vendita Nescafè di Tokyo verrà introdotto l’umanoide Pepper per aiutare i clienti nell’acquisto di cialde e macchinette per il caffè

Chissà se i solerti commessi della Nestlé, sempre intenti ad indagare i nostri gusti in fatto di caffè e a rintracciare sul computer del punto vendita dove, come, quando e in che quantità siamo soliti acquistare le cialde, saranno contenti della notizia. Presto, infatti, potrebbero essere affiancati (e in futuro sostituiti!) da un altrettanto solerte robot. L’umanoide si chiama Pepper ed è stato sviluppato dal colosso della robotica francese Aldebaran Robotics.

Alto 120 cm per 28 kg di peso, Pepper è dotato di 17 articolazioni che gli consentono movimenti fluidi e aggraziati, 3 ruote omnidirezionali per gli spostamenti, un tablet montato sul torso e una cam 3D che gli permette di percepire ciò che accade intorno a lui sino a 3 metri di distanza. Grazie a una quarantina di brevetti top secret, Pepper è anche in grado di capire lo stato d’animo del suo interlocutore umano attraverso l’analisi delle espressioni facciali e del linguaggio del corpo, reagendo di conseguenza. Come pure di esprimere a sua volta ‘emozioni’ e dialogare. Qualità questa, che torna assai utile nelle attività di marketing, soprattutto quando si tratta di risultare convincenti ed empatici per vendere un prodotto.

Il video ufficiale di Pepper

Già adottato dalla giapponese SoftBank mobile Corp per interagire con i clienti, dal prossimo dicembre Pepper sarà impiegato nel paese del Sol Levante per vendere macchinette del caffè e cialde Nescafé in alcuni punti vendita di Tokyo, spiegando ai clienti le funzionalità dei vari elettrodomestici e illustrando le diverse qualità di aroma del caffè.
Dopo un periodo di sperimentazione, il gigante alimentare svizzero conta di estendere la presenza di Pepper a circa mille punti vendita in tutto il mondo entro il 2015.

Chissà se anche lui, come i commessi, ci subisserà di domande ogni qual volta entreremo per comprare una semplice confezione di cialde!

(4 novembre 2014)