Tertill, il “roomba” dei prati

Un nuovo robot, creato dallo stesso inventore di Roomba, promette di mantenere prati e giardini sempre liberi dalle erbacce. Ecco come funziona

Nel design ricorda un Roomba e non è un caso: Tertill, il robot pulisci-prati, è stato ideato proprio da Joe Jones, l’inventore del popolare robodomestico aspirapolvere.

Ai tappeti e ai pavimenti, però, Tertill preferisce i giardini e l’aria aperta. Il robot è alimentato a energia solare (anche nei giorni nuvolosi), è resistente all’acqua e alle intemperie e si occupa di estirpare le erbacce che crescono tra le piante.

Funziona così: grazie a una grande varietà di sensori, Tertill  pattuglia ogni giorno il giardino, evitando le piante e gli ostacoli ed eliminando soltanto le erbe indesiderate.

Per evitare di estirpare l’amata pianta di rose al posto dei germogli incolti, si regola in base alla loro altezza: le erbacce sono corte, le piante sono alte. Una pianta abbastanza alta da toccare la parte anteriore del guscio del robot attiva un sensore che lo spegne. Al contrario una pianta abbastanza bassa da passare sotto al robot, attiva un sensore diverso che accende il tagliaerba.

Per protegger le piantine da fiore in crescita, è quindi sufficiente proteggerle con dei collari, in dotazione col robot, fino a quando non avranno raggiunto l’altezza giusta.

Grazie al fatto che il giardiniere-robot passa sul prato ogni giorno, tagliando le erbacce al livello del terreno, anche se rispuntano avranno vita breve.

Tertill si sposta grazie a quattro ruote motrici diagonali, che li consentono di muoversi bene sia u terreni soffici, che su sabbia, sabbia, pacciamatura e salite.

Al momento Tertill si può ordinare solo su Kickstarter, ad un prezzo a partire da circa 250 euro. Ma attualmente non è prevista la spedizione in Europa. Per restare aggiornati, però, si può inserire la propria email al sito ufficiale Franklin Robotics.

Sotto il video di Tertill all’opera
 

 

 

 

(13 giugno 2017)