Prosthesis l'anti-robot

Un mezzo di trasporto mastodontico, da guidare con tutto il corpo e senza l'ausilio di un pc, è l'ambizioso progetto di un gruppo d'ingegneri canadesi, che vogliono rivendicare il ruolo e il potere dell'uomo sulla tecnologia

Prosthesis the anti robot

Una macchina futuristica, anzi, un anti-robot: contro l’automatizzazione selvaggia e per preservare l’umanità dall’essere schiacciata dalla tecnologia, un gruppo di ingegneri e designer visionari si è messo al lavoro per realizzare una struttura meccatronica enorme, da pilotare con tutto il corpo, senza l’ausilio di alcun computer di bordo. Pesante 3500 kg e alta circa 5 metri, Prosthesis è un insieme gigantesco di metallo e snodi che ricorda un animale preistorico a 4 zampe. Secondo l’idea del team di sviluppo, al sedile di comando siederà un uomo, a rivalutare il suo ruolo di dominio sul mondo hi-tech e non viceversa. La sfida, dunque, non è solo quella di riuscire a ultimare la costruzione della macchina ma anche d'imparare a guidarla, ben sapendo che spostare una cosa del genere in modo errato può causare non pochi danni.

Ma sotto l’etichetta eatART Foundation, i tipi non sono nuovi a imprese del genere. A loro, infatti, si deve la creazione alcuni anni fa di Mondo Spider, una sorta di ragno meccatronico del ragguardevole peso di 750 kg. Dopo il successo, adesso è venuto il momento di pensare più in grande e quindi si sono rivolti alla piattaforma di crowdfunding indiegogo.com per cercare di reperire 100mila da dollari, utili a comprare pompe idrauliche, batterie al litio e altri componenti necessari per far progredire il progetto.

Donando 45 dollari si ottiene una t-shirt con la stampa di Prosthesis ma c’è anche chi ne ha già versati 7.500 per poter dire un giorno: “ho contribuito anch'io!”
Sotto il video di presentazione di Prosthesis