Il robot che brucia i Tweet di Trump

Un ingegnere olandese ha realizzato un robot che si occupa di ridurre in cenere i messaggi  del Presidente degli Stati Uniti su Twitter. Il tutto documentandolo  attraverso dei filmati postati puntualmente sul social. Tutti i dettagli e il video

Non impedirà al Presidente Donald Trump di continuare a dispensare le sue sciocchezze su Twitter ma è indubbio che abbia un che di catartico: David Neevel, un ingegnere freelance che lavora in Olanda, ha realizzato un robot che stampa i messaggi di The Donald, li taglia con le forbici, poi li passa su un accendino e li brucia. I resti finiscono in un posacenere. Il luogo che, pare di capire esplicitamente, è il solo in cui, secondo l’inventore, meritano di stare. Non a caso nella bio dell'account @burnedyourtweet si legge: "Giving Trump's tweets the attention they deserve".

Per ogni tweet finito in fumo, Neevel filma il procedimento e lo posta   in risposta al Presidente. Il commento al messaggio è sempre lo stesso: <<Ho bruciato il tuo tweet>>. Ripetitivo ma molto esauriente.

Quanto al posacenere, considerando l’intensa attività social del tycoon, Neevel lo svuota ogni sera. Così è pronto per l’opera incendiaria del giorno successivo!

Sotto uno dei video del robot all’opera