Guardian 2000, il drone vigila sulla città

E' made in Italy Guardian 2000, il drone leggero ed economico, progettato per la sorveglianza di vaste aree e zone sensibili. E a maggio sarà protagonista a Roma, al primo Drone Expo&Show

Guarda dall’alto, scruta e vigila che sia tutto a posto: il nuovo poliziotto dei cieli si chiama Guardian 2000 ed è un drone made in Italy. Realizzato per il gruppo Securitas Metronotte dalla AD Precision Mechanics, una start-up con sede a Monterotondo, in provincia di Roma, grazie ad una videocamera orientabile e alla possibilità di operare in volo manuale o automatico, il mini-aeroplano radiocomandato è in grado di effettuare riprese aeree ad alta definizione anche di notte.

Il drone ha un’apertura alare di poco meno di 2 metri, è mosso da un motore elettrico ad elica e può arrivare ad una velocità di 45 km/h per circa 45 minuti. La cellula del drone è prodotta dall’americana RV Jet in un materiale leggero simile al polistirolo ma molto più resistente. A bordo del velivolo è possibile montare una fotocamera o una videocamera, che garantiscono riprese nitide anche in condizioni di scarsa visibilità. Il gruppo per i servizi di vigilanza Securitas Metronotte lo utilizzerà per sorvegliare aree di grandi dimensioni come campi fotovoltaici, depositi di autoveicoli, porti e altre zone sensibili. Guardian 2000 verrà presentato ufficialmente a Roma durante il primo Roma Drone Expo&Show, che si svolgerà nella Capitale il weekend del 24-25 maggio (7 aprile 2014)