Google compra Titan Aerospace. E i suoi droni

Big G acquisisce Titan Aerospace, la company produttrice di droni d'alta quota, prima rifiutata da Facebook

Ancora grande shopping per Google: dopo la rinuncia all’acquisto di Titan Aerospace in favore del concorrente made in UK Ascenta da parte di Facebook, la start-up dedita allo sviluppo di droni è stata accaparrata da Big G.

Mistero sulla cifra sborsata dal colosso di Mountain View. Di certo c’è, invece, che l’interesse dimostrato verso una compagnia in grado di produrre droni in grado di volare ad alta quota, ha molto a che fare con la possibilità, per esempio, di portare internet in zone remote del globo.
Non a caso Titan Aerospace produce UAV capaci di toccare quota 65mila piedi, restando in aria fino a 3 anni.

Secondo il WSJ, Google userà la tecnologia dell’azienda per far fare un salto tecnologico di qualità al progetto Loon , che si basa sull’utilizzo di palloni per la realizzazione di reti internet (sotto il video di presentazione).

Ma i droni della Titan potranno anche riprendere immagini ad alta definizione, dando un aiuto decisivo in molti settori: mappe, catastrofi, monitoraggio delle deforestazioni.
Tra tutti gli usi utili, però, quello che pare il più convincente è l’apertura per Google di nuovi settori e mercati. Per continuare a restare tra le company più potenti, influenti e ricche al mondo.

(15 aprile 2015)