Fleye, il nuovo mini drone che fa impazzire il web

Piccolo, autonomo, resistente e dal design accattivante: Fleye è un piccolo drone sferico che realizza l’idea del robot volante che ci segue da vicino

Chissà se SelfieBot, il piccolo robot volante in grado di seguirci ovunque e scattarci foto, creato per scherzo da Sphero, a cui tutti "abboccarono" e di cui parlammo ne "I ventidue migliori pesci di aprile della rete", ha fatto da ispiratore. Fatto sta che Fleye, al momento uno dei progetti di maggior successo in corso sulla piattaforma di crowdfunding Kickstarter,  lo ricorda molto da vicino.

Partendo dal design, Fleye, a differenza di altri droni, è di forma sferica, la sua compattezza lo rende più sicuro e resistente agli urti;  le dimensioni e il peso inoltre, sono quelle di un pallone da calcio. Fleye è dotato di una telecamera hd, di 7 sensori e di un computer integrato. Si tratta di un dual-core ARM A9 con due GPU, 512MB di RAM e soprattutto API (Application Program Interface) aperta e SDK (Software Development Kit) che lo rendono programmabile, perciò potenzialmente autonomo e di grande interesse per la sperimentazione e la ricerca sull’utilizzo dei droni.

Quindi, se da un lato Fleye attira l’interesse di sviluppatori ed esperti del settore, dall’altro non allontana i curiosi più “profani” grazie alla possibilità di essere controllato semplicemente attraverso uno smartphone, selezionando una delle funzioni autonome: Selfie, Panorama e Hover (fermo in volo), oltre a quella manuale. Non è perciò necessario avere quell’abilità di navigazione, indispensabile invece per un drone classico.

Sotto il video dimostrativo

Per avere Fleye prima degli altri e vederselo recapitare il prossimo aprile, c’è tempo fino al 15 gennaio:  versando 799 euro si ha diritto a ricevere la versione standard che sarà poi commercializzata a 1250 euro.

Speriamo solo che i 685 bakers (donatori) che hanno già versato un totale di 300mila euro, contro i 175 necessari, non ricevano brutte sorprese come è successo ai finanziatori di Zano, la cui disavventura vi raccontiamo su Flop Zano, il minidrone non segue più il proprietario!