DJI lancia Spark, il minidrone che sembra una lattina

Si chiama Spark ed è il più piccolo drone della flotta dello specialista DJI. È grande poco più di una lattina di bibita, ha 16 minuti di autonomia e, per gli standard della Casa, è pure low cost: 499 dollari, per attaccare i costruttori concorrenti e i loro modelli per i “piloti casuali”. Ecco Spark in anteprima

La tendenza dice che i droni diventano più piccoli, per semplificare la vita e aumentare il divertimento di chi li usa senza pretese da “pro”. Lo specialista cinese DJI interpreta la tendenza a modo suo con il nuovo Spark, minidrone ultraleggero (meno di tre etti), in formato lattina di coca e capace di filare a quasi 50 km/h.

Il pilotaggio è stato grandemente semplificato per i neofiti, dal momento che Spark si può controllare a gesti toccando il display delllo smartphone usato come controller (funzioni ActiveTrack e TapFly) allo stesso modo del fratello maggiore Phantom 4. La portata è di un centinaio di metri.

DJI-Spark_02.jpg

A dispetto del formato mini, però, Spark mantiene molte delle caratteristiche avanzate che fanno il successo dei modelli grandi della Casa. La videocamera, per esempio, è un modello full hd e capace di foto da 12 Mpixel. È fissata su un gimball a due assi per ridurre il termolio alle immagini riprese in azione. Spark ha un sensore di prossimità che lo aiuta a schivare automaticamente gli ostacoli.

Il software di serie, è una novità, dispone della funzione QuickShot che attiva un minuto di ripresa e compie in automatico un montaggio ridotto a 10 secondi, facile da condividere sui social. Per quanto riguarda l'autonomia, Spark promette fino a 16 minuti di volo con una singola carica della batteria. E la possibilità di ricarica veloce attraverso una presa micro usb di serie.

DJI Spark sarà lanciato negli Usa il prossimo 15 giugno a 499 dollari e in cinque colori. Ancora non sono stati definiti la data di lancio in Europa né il prezzo.

Ecco il video ufficiale di presentazione di DJI Spark