Cerbiatti, in aiuto arrivano i droni

Ogni anno in Germania circa 100mila cerbiatti restano vittime delle lame delle mietitrici. Ora un progetto finanziato dal Ministero dell'Agricoltura tedesco dispiega i droni per riuscire a salvarli

Salvare i cerbiatti dalle lame dei mietitrebbia grazie ai droni: in Germania, precisamente in Baviera, il Ministero dell'Agricoltura ha deciso di sostenere con 2,5 milioni di euro un progetto per la salvaguardia dei cuccioli di cervo.

Accade, infatti, che i genitori nascondano i piccoli nei campi ad alto fusto al limitare dei boschi, per proteggerli dai predatori naturali. Il risultato è che circa 100mila esemplari ogni anno finiscono triturati dalle grandi macchine agricole, in azione per il taglio del fieno e dell’erba destinata all’alimentazione del bestiame.

In loro soccorso, dunque, oltre ai molti volontari dislocati sul territorio, si è deciso di far decollare 5 droni e controllare così aree molto più vaste e con maggiore precisione.
Gli uav sono dotati di sensori digitali e infrarossi in grado di rilevare forma e calore dei cerbiatti ed anche di segnali radio per avvisare gli agricoltori della loro presenza.

(28 aprile 2014)