Amyko, il bracciale hi-tech che salva la vita

Design essenziale e discreto e funzionalità semplici e intelligenti: il bracciale elettronico Amyko soccorre e supporta in ogni situazione e anche senza copertura dati. E costa poco!

Si chiamo Amyko e a idearlo è stato Riccardo Zanini, 38 anni imprenditore, insieme a Filippo Scorza, 39 anni bioingegnere, co-fondatori della start up Wecare. Si tratta di un bracciale elettronico, apparentemente come tanti altri, che che s’inserisce a pieno titolo tra quei dispositivi che compongono la galassia della wearable technology, la tecnologia indossabile.

A renderlo unico, però, sono le sue funzionalità: Amyko non solo consente di portare al polso le informazioni di prima necessità sul nostro stato di salute ma permette a parenti, amici, soccorritori e a tutte le persone da noi autorizzate, di visualizzarle sul display del loro smartphone.

Dall’indirizzo di casa al recapito della babysitter, dai farmaci per il diabete alle istruzioni su intolleranze alimentari e allergie, chiunque indossi i pochi grammi di gomma termoplastica riciclabile di cui è fatto Amyko, può decidere quali e quante informazioni importanti memorizzare. E, soprattutto, a chi renderle accessibili. Un accessorio adatto a una grande varietà di persone e situazioni. Per esempio il bambino in gita al quale il genitore ha creato un profilo, lo sportivo che fa trekking da solo o, ancora, il genitore anziano con problemi di memoria.

COME FUNZIONA
 

Una volta registrato il proprio account su un cloud privato, si memorizzano in modo protetto le informazioni sulla propria condizione personale e sanitaria (anagrafica, gruppo sanguigno, patologie mediche, contatti di emergenza ecc) e si imposta quali informazioni rendere pubbliche e a chi. Avvicinando Amyko a uno smartphone o a un tablet dotato di tecnologia nfc (near field communication), vengono visualizzati il profilo dati completo e i contatti dei familiari.

L’accessorio hi-tech, inoltre, integra funzioni come come il "medical reminder", per ricordare a chi l’indossa la somministrazione di un farmaco a un determinato orario o l’appuntamento per una visita medica, dandone contemporaneamente notizia ad un parente per un controllo incrociato (tramite app gratruita Amyko). In caso di emergenza, poi, Amyko può anche inviare un messaggio geolocalizzato in automatico a un familiare, grazie alla funzione "Self Help".

E se ci si trova in una zona senza connessione dati, con il servizio "Direct Call" si può chiamare il numero del centralino "Soccorso Amyko" impresso sul braccialetto e venire automaticamente collegati a un numero indicato di un familiare o del proprio medico.

Last but not least, Amyko ha un costo davvero molto contenuto. Si può infatti acquisatare sul sito ufficiale Amyko.it a un prezzo di 29,90 euro