Rogue 13X | Un piccoletto ben fatto

Rogue 13X è un interessante notebook da 13 pollici: sottile, leggero e con un guscio in alluminio che lo rende solido e, nello stesso tempo, gli dà un bell'aspetto professionale: lo abbiamo messo alla frusta in un paio di settimane di uso quotidiano. Ecco come se l'è cavata

Rogue 13x è un notebook motorizzato da un processore della serie Apollo Lake (a bassi consumi) Intel Celeron N3350 a 64-bit e 2,4 GHz di clock massimo (tipico 1,1 GHz). Si è ben comportato in tutte le attività per l'ufficio, dalla scrittura dei testi all'edit di foto e immagini per il web. Grazie alla tecnologia Dynamic frequency scaling (Dfs) la potenza di calcolo viene regolata in funzione delle necessità. Questo permette di risparmiare energia e allungare il tempo tra una carica e l'altra. D'altro canto è di tutta evidenza che non è necessario far lavorare il processore a pieno regime per navigare sui social o per rispondere a un'email. Un altro vantaggio del sistema Dfs è che, nel funzionamento a basso regime, il Rogue 13X è muto, non emette cioè, alcun rumore.

Lo schermo
Lo schermo del Rogue è un ips full hd (1.920x1.080 pixel) da 13,3 pollici. Una misura ideale per chi desidera un display più grande di quello di un classico tablet, prestazioni migliori e, nello stesso tempo, non vuole il peso e l'ingombro di un notebook da 15 pollici. L'ampio angolo di schermo ha reso confortevole la visione anche in situazioni d'uso non proprio ideali. Per esempio tenendolo sulle ginocchia, seduti su una panchina al parco. La luminosità è stata adeguata anche all'aperto in una giornata chiara e abbiamo promosso anche la fedeltà dei colori.

Nella versione base, Rogue 13X ha 4GB di memoria ram, sfrutta 32GB di memoria di archiviazione e (come le altre due verisoni) ne permette l'ampliamento fino a 2TB aggiungendo una scheda SSD (standard M.2 2280). La procedura è semplice e può essere fatta dall'utente con un piccolo cacciavite a stella: il manuale di istruzioni spiega la semplice operazione da eseguire.

Rogue-13-RNB13X_04.jpg

Come funziona
Il Rogue 13X funziona bene. In meno di 30 secondi si avvia ed è pronto all'opera (ne bastano 3 per riprendere dalla modalità di sospensione). La tastiera è comoda e reattiva, come pure l'ampio trackpad. Buono anche lo schermo e non solo per la risoluzione full hd ma anche per la luminosità, che non ci ha dato problemi nemmeno nell'uso all'aperto, e per la fedeltà nella riproduzione dei colori.

L'aspetto che ci ha maggiormente colpito, però, è la qualità costruttiva. Il guscio in alluminio è rigido, non tende a piegarsi e dà una piacevole sensazione di robustezza. Le finiture e i piccoli dettagli sono ben fatti così come le cerniere che reggono il display.

La dotazione di prese di collegamento è quella che ci si aspetta da un notebook di questa categoria: una presa USB 2.0, una USB 3.0 e uno slot microSD. Non mancano la presa video mini HD, il Bluetooth 4.0 e il wifi oltre ai soliti ingressi e uscite audio e a una videocamera più che adeguata per fare video chat.

Rogue-13-RNB13X_05.jpg
Il parere di TheDigeon
Il Rogue 13X è un buon notebook per l'uso quotidiano. È costruito e rifinito molto bene e ha la potenza che serve per tutte le operazioni, dal web alla chat, dalla navigazione sui social alla scrittura e al ritocco delle foto fatte con il telefonino. Anche l'assistente virtuale Cortana se la cava bene ed è sufficientemente reattivo ai nostri comandi. Senza infamia, infine, e senza lode la videocamera ma, comunque, secondo noi Rogue 13X ha un ottimo rapporto qualità prezzo. È in vendita in tre versioni, tutte con Windows 10 Home: il modello da 32GB (RNB13X) costa 299 euro; la versione con SSD da 120 GB (RNB13XS1) costa 329 euro; la versione da 240GB (RNB13XS2) costa 349 euro.