Pixelbook, il portatile secondo Google

Non solo smartphone: Google aggiorna anche i propri laptop presentando una nuova linea di computer portatili convertibili, Pixelbook, che prendono il posto dei noti Chromebook e sfruttano lo schermo touch per diventare tablet, o laptop, secondo necessità

Si chiama Pixelbook ed è il pc portatile secondo Google. Diversamente dai nuovi smartphone, che verranno presentati oggi, nel primo pomeriggio (ora italiana) a San Francisco e di cui si sa già moltissimo, il nuovo portatile secondo Google è un oggetto misterioso anche se si sa che si tratta di un portatile convertibile (laptop e tablet), prenderà il posto del Chromebook, sarà declinato in tre versioni e non sarà low cost.

A dirla tutta non è nemmeno sicuro che verrà presentato ma, tra poche ore, il “mistero” sarà svelato. Pixelbook dovrebbe essere un pc portatile convertibile di alta gamma motorizzato Android, con uno schermo da 12,3 pollici touch e old style, ossia in formato 3:2 (non panoramico) e dotato di stilo. Il processore dovrebbe essere l'affidabile Core i5 di Intel ma non si sa se sarà della nuovissima ottava generazione o della settima.

La linea dei Google Pixelbook sarà composta di tre modelli con capacità di archiviaiozne di 128 GB, 256 GB e 512 GB e prezzi americani rispettivamente attorno ai 1.199, 1.399 e 1.749 dollari. Come si vede non si tratta di prodotti entry level bensì di macchine che, stando al prezzo, vogliono rivaleggiare con i portatili di Apple e con il Surface di Microsoft con in più, stando ai rumors, un misterioso accessorio chiamato "Google Clips" e di cui, al momento, si ignora tutto.