In prova | Sony Fdr-X1000VR, super action cam ultra hd

In prova. Sony presenta una nuova action cam capace di filmare in 4k ultra hd, la Fdr-X1000VR. È accreditata di una qualità video vicina a quella "broadcast", ossia la migliore disponibile. E, grazie al telecomando da polso con display incorporato, ti dà facilmente il controllo totale del filmato. L'abbiamo provata a fondo in tre settimane di scorribande fuoristrada nel deserto della Namibia - di @GuidodaRozze

La Sony Fdr-X1000VR è la più recente action cam del produttore giapponese, forte di un processore che le permette di filmare in 4k ultra hd a 30 fps fino al notevole bitrate di 100 Mbps, a garanzia di immagini nitide anche nelle condizioni di ripresa più dinamiche.

La nuova arrivata sfrutta la consueta carrozzeria slanciata delle precedenti action cam Sony a cui aggiunge il telecomando da polso Live-View RM-LVR2, utile ed efficace. Grazie al mini display incorporato permette di controllare l'inquadratura in tempo reale e pilotare fino 5 cinque diverse action cam.

UN SUPERGRANDANGOLO ZEISS
L'obiettivo è un super grandangolare Zeiss con un'ampiezza di campo di 120° o 170°, a scelta. Alimenta un sensore cmos Exmor R da 1/2,3 di pollice (ossia un po' più ampio del normale) da 8,8 Mpixel retroilluminato e con stabilizzatore Steady Shot. A questo proposito è interessante la scelta di non applicare la tecnica del pixel binning, ossia la combinazione di più fotodiodi del sensore considerati come un unico pixel, come avviene in altre action cam per migliorare la resa alle basse luci. Nella Sony ogni pixel del sensore corrisponde a un pixel dell'immagine, cosa che migliora la qualità dei contorni delle figure e dà colori più fedeli. Per aver deciso di non usare il pixel binning, Sony deve essere ben sicura dell'efficienza del sensore Exmor nelle riprese con poca luce. Sempre riguardo al full hd sono notevoli le riprese in slow motion a 120 fps (240 in hd).

LA FUNZIONE LOOP RECORDING
Per la registrazione su scheda micro sd (o M2), come di consueto Sony ha scelto l'efficiente formato video XAVC S e ha dotato la sua action cam di loop recording, un'utile funzione derivata dalle proprie telecamere broadcast e da alcuni modelli di video/fotocamere particolarmente raffinate. In pratica l'action cam registra in loop, in una speciale area di memoria e senza soluzione di continuità, alcuni istanti di ciò che l'obiettivo inquadra anche quando la camera è in stand by. In questo modo, quando l'operatore dà il via alla ripresa, non rischia di essersi perso i primi istanti dell'evento dato che la funzione di buffer temporale ha già catturato le immagini precedenti

Per quanto riguarda gli accessori l'Fdr-X1000VR dispone della funzione Highlight Movie Maker, per eseguire in automatico un montaggio video Mp4 delle scene più belle (secondo il software) e condividerle al volo sui social usando lo smartphone. Di serie, per il montaggio video 4k la videocamera ha il software gratuito Movie Creator. Di serie anche la custodia impermeabile fino a 10 metri di profondità Spk-X1 (sostituendo lo sportellino standard con quello opzionale AKA-DDX1 Dive Door si possono raggiungere i 60 metri di profondità e, in più, mantenere attivo l'autofocus.

Passiamo ora alla prova sul campo. Va detto subito che per registrare in 4k in formato XAVC S e archiviare un flusso video che può arrivare a 100 Mbps serve una scheda di memoria micro sdxc di classe 10. Noi abbiamo scelto la Sandisk Extreme Pro in formato UHS 3 (il modello da 64 GB costa 69 su Amazon).

Impostare e regolare l'action cam per i parametri desiderati è un'operazione abbastanza semplice, pur se non velocissima. Facile anche l'accoppiamento in wi-fi tra la videocamera e il telecomando Live View RM-LVR2: non è nulla di diverso dall'accoppiare un auricolare al proprio smartphone. Una volta fatto si può controllare comodamente l'inquadratura quando la camera è fissata sul casco, sul telaio di un deltaplano o, come abbiamo fatto noi, all'esterno dell'auto. E far partire e fermare le riprese premendo il grande tasto rosso.

I VIDEO
Abbiamo impostato la registrazione nel formato 4k e l'angolo di ripresa su 170 gradi, poi abbiamo cominciato a filmare. Usando la cam senza risparmiarci siamo sempre riusciti ad arrivare a sera, a una presa di ricarica, prima che la batteria ci lasciasse. Testandola in una ripresa continua siamo riusciti a filmare per circa 45 minuti in 4k e un'ora in full hd. In ogni caso, per maggior sicurezza avevamo con noi anche il caricabatterie per auto e un caricabatterie portatile, precisamente il Sony CP-F5 da 5.000 mAh (circa 50 € su Amazon), cioè abbastanza potente per ricaricare due volte la batteria dell'action cam prima di dover essere ricaricato a sua volta con l'alimentatore dello smartphone.

LA PROVA 
Abbiamo rivisto le immagini della Sony 4k Fdr-X1000VR sullo schermo ultra hd da 50 pollici Panasonic Tx50-Ax800. Nonostante si tratti della misura minima per apprezzare le differenze tra full hd e 4k, i video della cam sono sono apparsi subito spettacolari: nitidi, incisi, senza artefatti di compressione nemmeno nelle riprese più dinamiche. In alcuni momenti avremmo potuto contare i granelli di sabbia della "duna 45" nel deserto del Namib! I colori si sono rivelati fedeli, saturi al punto giusto e luminosi e anche nelle foto.

Per accertarci di non avere le fette di salame sugli occhi abbiamo mostrato alcune sequenze anche agli amici, senza dire loro che si trattava di video 4k. Tre di essi, in occasioni diverse e spontaneamente, hanno notato la superba definizione e qualità dei colori delle immagini: una prova empirica ma certamente efficace.

L'action cam Sony se la cava molto bene anche in full hd e nelle riprese al rallentatore: con un framerate di 120 fps (ossia full hd a ¼ della velocità normale) le sequenze sono un piacere per gli occhi. 

Come in tutte le cose, anche nell'Fdr-X1000VR ci sono alcuni aspetti perfettibili. Sony comunica che lo stabilizzatore Steady Shot è tre volte più efficace della serie precedente. Che sia efficace è sicuro, ma non nelle riprese 4k o full hd rallentate a 1080/120p, visto che in questi formati la stabilizzazione viene disattivata automaticamente. È un peccato, perché è vero che filmare con un grandangolo con 170° di campo inquadrato perdona molto, in termini di stabilità. Ma è altrettanto vero che, per esempio nel caso delle vibrazioni regolari che si generano quando la cam è fissata alla carrozzeria dell'auto, avere Steady Shot attivo (pur se in versione digitale e non ottica) sarebbe stato d'aiuto.

Nelle riprese in condizione di luce critiche la Sony perde un po' di punti. Certo, il sensore cmos Exmor R da 1/2,3 dà risultati migliori rispetto ai sensori più piccoli usati in altre action cam tuttavia, in termini di fedeltà dei colori e livello di rumore il degrado è visibile.

Un appunto anche al microfono che, per quanto sensibile e abbastanza fedele, con l'action cam racchiusa nella custodia stagna tendeva a registrare anche i rumori dello sfregamento delle dita sul guscio plastico.

Di serie la Sony 4k Fdr-X1000VR dispone di una clip adesiva per il fissaggio. È comoda ed efficace ma si è rivelata inadatta per superfici quali il parafango dell'auto e, in generale, per le superfici non orizzontali. A questo proposito ci sarebbe piaciuto avere di serie un supporto con braccetto snodato a inclinazione regolabile.

Interessante, infine, l'app gratuita Action Cam (Android e iPhone), per montare facilmente le clip filmate in hd o full hd (non in 4k) usando lo smartphone e il wifi e la compatibilità con il servizio Ustream per mandare in diretta, via wifi, le immagini riprese. Così come il software di serie Movie Creator

IL PARERE DI THE DIGEON
Secondo noi la Sony Fdr-X1000VR è una delle migliori action cam al momento in circolazione. La qualità delle immagini 4k e full hd è semplicemente ottima e le foto sono buone. Mostrano un po' di rumore digitale solo se scattate in condizioni di luce critica oppure se ingrandite. Lo stabilizzatore Steady Shot è un valore aggiunto della Sony, anche se non è attivo a tutte le risoluzioni video. D'altro canto altre action cam, anche di grido, lo stabilizzatore non lo hanno proprio. Intelligente, infine, l'idea del telecomando live view da polso RM-LVR2: comodo ed efficace ha sostituito egregiamente lo smartphone di controllo.

Il menu di setup circolare, che cioè ricomincia dall'inizio una volta giunto alla fine della lista di opzioni, forse non è il massimo della comodità, ma dobbiamo ammettere che nessuna action cam, nemmeno altrettanto blasonata, ha finora trovato un sistema migliore (salvo se ci si fa aiutare dall'app dedicata e dallo smartphone). Una volta capito lo schema, comunque, è semplice impostare la cam sfruttando il display lcd laterale

La Sony FDR-X1000VR, in kit con il telecomando live view RM-LVR2 costa, su Amazon, 399 euro.

(5 settembre 2015)