IN PROVA | SanDisk Connect Wireless Flash Drive

L'hi-tech è sempre più wireless, senza fili. Lo dimostra SanDisk Wireless Flashdrive Connect, la “chiavetta usb” con il wi-fi incorporato che permette di condividere (e archiviare) facilmente file di tutti i tipi. L'abbiamo provata

La SanDisk Wireless Flashdrive Connect non è una vera e propria chiavetta usb, è molto di più: è un'unità per lo streaming. All'interno del guscio si trova il supporto di memorizzazione rimovibile, una schedina micro sdhc Sandisk Ultra, il trasmettitore wi-fi e una pila al litio (che si ricarica quando l'unità è collegata a una qualunque presa usb).

Il vantaggio della chiavetta SanDisk Wireless Flashdrive Connect è che si possono vedere, in streaming, film, foto e video su smartphone e tablet senza zavorrarne la memoria. Oltretutto, questo gadget supporta fino a 8 connessioni e può distribuire fino a 3 flussi video indipendenti e simultanei: cosa ultracomoda, per esempio se, in un accesso di incomunicabilità durante un weekend in una baita di montagna, voi volete guardare Spiderman e la vostra compagna è invece una fan di Elementary. Oppure se, durante un viaggio in auto, i bambini non sono mai d'accordo su cosa guardare assieme. La chiavetta Sandisk, collegata a un comune pc portatile, può accontentare tutti nello stesso momento.


COME SI USA
Poiché si tratta di un'unità streaming, basta collegarla a una presa usb (2.0) del pc, copiare sulla schedina micro sd i contenuti che si desidera condividere e, una volta scollegata, accoppiarla al proprio tablet o smartphone, come si fa normalmente con qualunque altro dispositivo wi-fi, dopo aver scaricato da Google Play o da iTunes Store l'app gratuita SanDisk Wireless Flash Drive (circa 10 MB).

Se i file da mandare in streaming si trovano sul tablet o sullo smartphone, allo steso modo, ma wireless, è possibile trasferirli sulla SanDisk Wireless Flashdrive Connect per liberare prezioso spazio di memoria. Premendo il pulsante di avvio, sulla chiavetta, nella lista delle reti wi-fi disponibili ne appare una nuova chiamata “Sandisk”.




Come per tutte le reti mobili è possibile aumentarne la sicurezza assegnando una password e il sistema di codifica Aes a 128 bit (uno dei più sicuri attualmente disponibili). Oltre, naturalmente, a cambiarne nome e a spegnere il segnale wi-fi quando non serve. Una volta che l'app è installata basta lanciarla e inserire la password scelta per collegare il dispositivo alla chiavetta remota, e scegliere il file da riprodurre in streaming scorrendo la lista di quelli archiviati nel pc che li ospita.

Nella memoria della chiavetta ci sono 4 video demo che spiegano come usarla, 5 canzoni e parecchie foto demo oltre al manuale elettronico di istruzioni.


COME FUNZIONA
Nella riproduzione video la SanDisk Wireless Flashdrive Connect è superba. Basta toccare il titolo del file desiderato, aspettare un paio di secondi e la riproduzione inizia. Tra l'originale e la versione visibile in streaming non c'è perdita di qualità. La riproduzione è sempre stata fluida, con l'audio perfettamente sincronizzato con le immagini e senza blocchi imprevisti anche fermandola o riprendendola da un punto precedente.




Con le foto l'app funziona in modo altrettanto semplice ma un po' meno efficiente. Infatti il caricamento delle miniature sul tablet è velocissimo, tuttavia la visualizzazione avviene solo come slideshow. Siccome il processo di invio dei vari file avviene uno alla volta, e con relativa lentezza, è necessario aspettare qualche secondo per potere sfogliare le foto, specialmente se volete vedere, su smartphone o tablet, foto in jpg ultrafine da 20 o più Mpixel.
I documenti di lavoro invece, per esempio i file pdf, excel o word, non vengono riprodotti in streaming ma sono scaricati nella memoria locale del dispositivo client e da lì aperti con il programma corrispondente. Questa scelta permette una facile lettura e modifica dei documenti a prezzo, però, del consumo della memoria del dispositivo. E alla creazione di una copia su smartphone o tablet che non viene sincronizzata automaticamente con la copia sull'hard disk del pc.


IL PARERE DI THEDIGEON
La chiavetta SanDisk Wireless Flashdrive Connect è ben costruita, funziona bene ed è facile e comoda da usare. L'abbiamo strapazzata per tutta l'estate attivando uno o due flussi video contemporaneamente (uno il full hd, l'altro in sd) e si è sempre comportata in modo impeccabile. La casa dichiara una portata di circa 50 metri: fin troppi.

La possibilità di sostituire la schedina di memoria rende, virtualmente, questa chiavetta di memoria wi-fi pressoché inesauribile. Noi la abbiamo messa alla prova in casa, tra un piano e l'altro, e il flusso streaming era perfetto. La pila dura circa 4 ore e si ricarica in un paio, via pc e anche dal caricabatterie del cellulare. Per ultimo, ma non ultimo, la chiavetta wireless Sandisk può essere usata anche come bridge per condividere, via wi-fi, la propria rete Internet con i dispositivi accoppiati dal momento che, quando la chiavetta è connessa via wi-fi con il tablet o lo smartphone, la connessione di questi ultimi all'adsl di casa si interrompe.
Tra i lati negativi segnaliamo che, pur essendo leggera (15 g) e piccina, la chiavetta sconta una larghezza di 2,6 cm, cosa che potrebbe impedire di collegarla ad alcuni pc e a hub usb nel caso in cui le prese ai lati non siano libere.
I prezzi di listino vanno da 49,9 € (16 GB) a 59,9 € (32 GB) e fino a 99,9 € per la versione maxi con scheda micro sdhc da 64 GB.

(12 settembre 2014)