Omoidori trasforma l’iPhone in un foto scanner smart

Un nuovo dispositivo giapponese consente di utilizzare l’iPhone come uno scanner portatile per le fotografie, salvandole così dallìinvecchiamento. Ecco come funziona

Viene dal Giappone, si chiama Omoidori e promette di salvare dall’usura del tempo tutti i nostri album di fotografie. Soprattutto quando sono già incollate alle pagine, infatti, rimuovere le foto per scansionarle rischia di essere una rovinosa azione controproducente. Meglio dunque lasciarle lì dove sono, non portando la foto allo scanner ma lo scanner alla foto. Ed è proprio questo che, in modo del tutto originale, fa Omoidori.

Realizzato per lavorare in abbinamento con un iPhone 5, iPhone 5s, iPhone 6 o iPhone SE, basta montare il telefoono a bordo del dispositivo e accenderlo perché divenga subito operativo.

omoidori-3.jpgUna volta installata sul telefono l’omonima app per iOS "Omoidori", basta aprire a cavalletto il dispositivo, poggiarlo su una foto (anche coperta dalla pellicola dell’album), toccare il pulsante dell’applicazione visualizzato sul display dell’iPhone ed ecco che l’immagine viene acquisita in un istante in formato digitale.

Il singolare scanner è in grado anche di leggere l’eventuale data presente sulla foto e permette di correggere l’effetto occhi rossi, presente già nell’originale.

Una volta salvate, gli scatti digitalizzati possono poi essere ristampati, trasmessi a un televisore o condivisi con chi si vuole.

I primi mille pezzi di Omoidori, messi in pre-ordine al prezzo di 12.800 yen, poco più di 100 euro, sono andati immediatamente esauriti. La commercializzazione ufficiale avverrà in giugno ma non si sa ancora quando e se verrà venduto anche in Europa.

Le principali caratteristiche sono:

Modelli compatibili: iPhone 6s, 6, SE, 5s, 5

Dimensione corpo (L × P × H):  aperto 112 × 158 X 142 mm; chiuso 112i × 132 × 152 mm.

Peso: 310 gr incluse le pile

Intervallo di scansione: L-formato della foto ~ foto 2L-size

Alimentazione: 2 batterie AAA

Sotto il video promo