La sigaretta elettronica veste oro

Prima destinata solo ai petrolieri mediorientali, la e-cig Unicorn è ora disponibile anche per gli amanti del lusso di tutto il mondo

Sigaretta elettronica: tra qui disquisisce che non è un oggetto elegante, chi ribadisce che non importa perché non causa i danni del fumo, quanti controbattono che se si deve fumare elettronicamente – o ‘svapare’ come usano dire (tristemente) altri - tanto meglio smettere, quelli del “ma siamo sicuri che i liquidi non siano nocivi?”, il governo italiano che prima la supertassa e poi ci ripensa, insomma, tra mille voci contrastanti e ostacoli di vario tipo, il dato certo è che il mercato cresce. E se un settore prospera, immancabilmente arriva chi offre di più, propone meglio, più costoso, più chic e, soprattutto, d’élite. Perché c’è sempre qualcuno che vuole distinguersi e, quindi, va bene l’e-cigarette ma che sia esclusiva, un modello alla portata di pochi, meglio ancora se pochissimi.

Detto fatto: dopo il successo – neppure a dirlo – nei Paesi Arabi, Gold Unicorn può essere ora acquistata da tutti i ricconi del mondo, italiani inclusi. Prodotta da Goldgenie, un’azienda nota sin dal 1995 per la personalizzazione in oro zecchino, platino, cristalli swarovsky e pietre preziose, di qualunque dispositivo o accessorio di marchi come Lexus , Bentley, Rolls- Royce, Nokia o Apple, la e-cigarette di lusso è rivestita di oro a 24 carati. Lunga circa 15 cm, viene consegnata all’interno di una custodia in rovere di ciliegio, completa di batteria, caricabatteria, cavo, un flaconcino di liquido e un adattatore per il collegamento al narghilè.
Il prezzo? Circa 1200 euro, spese di spedizione escluse.

Sotto il video della costosa e-cigarette.