Genius, lo spazzolino smart per la pulizia dei denti

Uno speciale spazzolino da denti bluetooth, sfrutta la fotocamera anteriore dello smartphone per capire se stiamo lavando i denti nel modo migliore. Si chiama Oral-B Genius e lo abbiamo provato. Come funziona e quanto costa

Una buona pulizia dei denti è fondamentale non solo per l’estetica ma anche per la nostra salute. Gli americani considerano una dentatura perfetta il migliore biglietto da visita per chiunque e con il marchio Oral-B di Procter&Gamble da anni realizzano spazzolini elettrici sempre più efficaci e facili da usare. L’ultima novità presentata da Oral-B a Barcellona in occasione del Mobile World Congress è Genius, uno spazzolino elettrico bluetooth che, grazie alla fotocamera anteriore dello smartphone, è in grado di capire come stiamo operando sulla nostra dentatura.

oral_b-genius-app-1500x1000.jpgLo spazzolino è simile ai tanti modelli elettrici in vendita ormai anche nei supermercati ma, a differenza di questi che sono in grado di rilevare solo la pressione che esercitiamo sui denti, Genius è anche in grado di capire quali zone abbiamo effettivamente spazzolato e di visualizzarle in tempo reale sullo schermo del telefono. Per ottenere il risultato, dobbiamo avere a disposizione uno specchio sul quale posare la ventosa fornita in dotazione che, a sua volta fisserà lo smartphone sistemato all’altezza dei nostri denti.

Abbiamo provato il sistema in fiera e, nonostante un qualche imbarazzo per il fatto di doverci spazzolare i denti in pubblico, lo abbiamo trovato molto utile. Ci siamo presto resi conto che i due o tre minuti normalmente dedicati alle operazioni di pulizia dentale sono assolutamente insufficienti: prima di ottenere il via libera dall’app, che controlla che tutti i denti siano stati perfettamente spazzolati, abbiamo dovuto impiegare circa 10 minuti ricevendo allo stesso tempo diversi segnali di attenzione quando la pressione non era quella corretta.

Genius arriverà in Europa, e anche in Italia, entro l’estate a un prezzo non certo economico (sempre meno del dentista, però...): circa 250 euro.

(29 febbraio 2016)