DrumPants e i pantaloni suonano il piano

Un’intera band musicale addosso: con DrumPants le magliette, i jeans e le sneakers si trasformano in cento e più strumenti musicali da suonare a piacere

La wearable technology non è solo orologi multimediali e occhiali con realtà aumentata ma può essere anche qualcosa di molto più particolare e, almeno all’apparenza, discreto. Per esempio un pianoforte, un sintetizzatore, una batteria, un sax o una chitarra basso, da portare sempre con sé senza che nessuno se ne accorga, fino a che non iniziamo a tamburellare sulle ginocchia, a picchiettarci gli addominali o a muovere il piede a tempo di house, emettendo suoni e melodie! Per trasformarci tutti in "one man band" l’accessorio esiste già e si chiama DrumPants. Viene venduto in un kit composto da strisce con sensori (compatibili con il chip Arduino) e un dispositivo che fa da centralina di controllo. Il controller permette di programmare ogni singolo sensore con oltre 100 strumenti. Le strisce si possono applicare sotto ai vestiti o ai pantaloni grazie al velcro, mentre uno speciale sensore è stato concepito per essere posizionato all’interno delle scarpe senza dare fastidio quando si cammina.

Le jam session prodotte possono essere inviate via wireless a qualsiasi applicazione che supporta i protocolli midi o osc a tablet e smartphone iOS e Android, amplificate mediante speaker esterno o ascoltate in tutta riservatezza con una cuffia. I neo musicisti sono anche liberi di creare nuovi suoni da aggiungere ai sensori. L’importante, però, è avere almeno un po’ di senso del ritmo!

DrumPants sarà disponibile da maggio ma si può già ordinare on line a un prezzo a partire da 99 dollari, circa 85 euro.
Sotto un video dimostrativo.