ANTICIPAZIONE CES2016- Thermo, il termometro wi-fi

L’internet delle Cose collega e, sempre più collegherà, gli oggetti alla rete. Come fa Thermo di Withings, il primo termometro wi-fi al mondo. Ecco come funziona

Non solo orologi, lavatrici e capi di abbigliamento: in rete si può collegare di tutto, anche i termometri!

E’ il caso di Thermo, un termometro realizzato da Withings, che sfrutta un set di 16 sensori indipendenti a infrarossi per fornire dati accurati sulla temperatura corporea, misurati dall’arteria temporale a lato della testa.

Senza toccare la persona, quindi in modo del tutto non invasivo (e invadente!), Thermo è in grado di calcolare  4.000 misurazioni in 2 secondi, mentre un algoritmo corregge automaticamente le distorsioni, come la perdita di calore della pelle e della temperatura ambiente.

Rilevata la temperatura, poi, tramite wi-fi o bluetooth, il termometro hi-tech invia automaticamente i dati allo  smartphone. I dati sono gestiti da un’apposita app Android e iOS e consentono di controllare a distanza l’andamento della febbre, per esempio del figlio piccolo che sta a casa mentre noi siamo in ufficio, e ricevere informazioni collegate ai sintomi. Tutti i dati raccolti possono essere facilmente condivisi con un medico in qualsiasi momento.
 

La visualizzazione sul dispositivo della lettura in gradi Celsius e Fahrenheit della temperatura è accompagnata da una luce led colorata: verde se è tutto ok, arancione se la temperatura è di poco superiore alla norma e rossa in caso di febbre alta. Il sistema funziona anche al buio e consente di monitorare durante il sonno un individuo, adulto o molto giovane, senza svegliarlo

Thermo funziona con due batterie di tipo AAA che possono durare fino a 2 anni, rendendo il dispositivo particolarmente facile da portare con sé anche in borsa.

Disponibile a partire dal primo trimestre 2016, Thermo ha un prezzo di circa 90 euro.