Sony HDR-AS100VR, il nirvana delle action cam

Dall'azienda giapponese una nuova action cam che sfida i concorrenti a colpi di innovazione, impermeabilità e riprese multiple

Sony cavalca con decisione il trend di successo delle action cam e propone un nuovo modello impermeabile. Nome in codice HDR-AS100VR, la mini video camera è caratterizzata da una serie di funzionalità e specifiche tecniche di tutto rispetto. Per esempio, a differenza delle serie precedenti, è resistente agli spruzzi e, finalmente, l'uso della custodia impermeabile SPK-AS1 è riservato solo alle attività subacquee fino a una profondità di 60 metri. Insomma se siete nella giungla inizia a piovere mentre state riprendendo non succede nulla e potete continuare a filmare tranquillamente. Per realizzare i video, la cam sfrutta Xavc, un moderno codec di compressione sviluppato dalla stessa azienda. Si tratta di un software che utilizza il sistema H.264/Mpeg 4 e che, nelle cam compatibili, arriva a supportare la risoluzione 4K a 60 fotogrammi al secondo. All’interno della nuova action cam è impiegato per registrare in full hd a ben 50 mbps, a garanzia di immagini nitide, precise e senza quadrettoni anche nei movimenti rapidi di camera o nelle riprese di azioni ultraveloci. Il codec lavora in coppia con il nuovo processore video Bionz X di Sony che, unitamente al sensore cmos Exmor R da 18,9 Mpixel (di cui circa 13,5 usati per i video) e all'obiettivo grandangolare a 170° Zeiss Tessar ottimizzato, formano un quartetto sorprendente. Per ampliare le possibilità creative, oltre al super rallenty a 120 e 240 fps (con audio) è stata perfezionata la funzione Interval still recording, per creare riprese in time lapse spettacolari e di sicuro impatto visivo.

Migliorato anche il sistema antivibrazione Steady Shot che, a quanto dichiarato dalla casa madre, nella nuova versione è due volte e mezzo più efficace di quella precedente. Considerato l'uso per cui questa cam è concepita si tratta di un cambiamento importante. Nuovo anche il telecomando di serie, Live-View RM-LVR1: s’indossa al polso come un orologio e permette di controllare simultaneamente 5 action cam. In questo modo si possono realizzare filmati ultraspettacolari con cinque differenti inquadrature. Interessante anche la funzionalità time code, che semplifica la sincronizzazione del montaggio video delle riprese fatte con più videocamere. Da notare, però, che al momento la funzione è attiva solo se si usa il software di editing Vegas Pro XAVC S.

Il supporto alla tecnologia Nfc (ereditato dal modello precedente HDR-AS30V) rende facile trasferire in wireless le immagini a un tablet o a uno smartphone compatibile, senza preoccuparsi di fare il dj con le schede di memoria micro sd. Oltre a permettere di controllare con precisione l'inquadratura sul display.

La funzione Map Views, utile per sovrapporre i dati gps alle mappe e indicare, a colpo d'occhio, i luoghi in cui sono state fatte le riprese, è stata mantenuta ed è disponibile tra le altre funzioni della action cam.

La Sony HDR-AS100VR sarà in vendita a partire dal prossimo aprile a 399 euro ma si può prenotare sin d’ora sul sito Sony.
Di seguito la sorella già a catalogo, la HDR-AS30V, in azione in un breve video che abbiamo realizzato durante un trek in Ladak e che evidenzia la qualità del rallenty ultranitido a 120 fps e dell'ampio grandangolo Zeiss, come pure l’efficacia del sistema steady shot (a cui non abbiamo applicato i filtri di stabilizzazione di Youtube).