Panasonic Lumix S1H, la mirrorless full frame che filma in 6K

Panasonic lancia la Lumix S1H, mirrorless full frame e prima al mondo che filma in 6K in qualità cinematografica con campionamento 4:2:2 a 10 bit. Vediamo cosa offre e cosa promette la nuova ammiraglia giapponese, forte di un sensore di nuova generazione Dual Native ISO e di una serie di funzioni innovative pensate per il cinema

Panasonic annuncia la nuova fotocamera a ottiche intercambiabili Lumix S1H, una mirrorless con sensore di immagine full-frame capace di filmare con qualità di livello professionale. Secondo il produttore la Lumix S1H è la più innovativa fotocamera mirrorless digitale ed è pensata espressamente per la produzione cinematografica. Vediamo cosa sa fare.

La Lumix S1H è la prima fotocamera al mondo in grado di registrare video in 6K/24p (rapporto d'aspetto 3:2) 5.9K/30p (rapporto d'aspetto 16:9) e a 10 bit 60p 4K/C4K. Il sensore full-frame da 24,2 Mpixel di nuova generazione è dotato di Dual Native ISO, che consente una sensibilità elevata riducendo al minimo il rumore e lavora in coppia con il noto Venus Engine. La Lumix S1H offre una gamma dinamica di 14+ stop, ampia quanto quella delle videocamere cinematografiche e V-Log/V-Gamut compatibile con la colorimetria "VariCam Look".


Particolare del sistema di dispersione del calore nella Panasonic S1H

Rende disponibili le modalità HDR (High Dynamic Range) in HLG (Hybrid Log Gamma), 4:2:2 a 10 bit tramite uscita HDMI e anamorfica 4:3 ed è anche la prima digitale full-frame a obiettivi intercambiabili a consentire la registrazione di video HEVC 10 bit 60p 4K/C4K utilizzando l'area immagine equivalente a Super 35 mm. Il formato 4:2:2 10 bit 4K30p è registrabile in H.264 alla sua area completa. I dati in alta risoluzione sono utili anche per creare video o immagini in 4K di super qualità. Inoltre è l'unica capace di offrire un tempo di registrazione illimitato in tutte le modalità grazie a esclusive tecnologie di dispersione del calore e a una ventola integrata progettata con una struttura innovativa esclusiva per la Lumix S1H. Offre infine un'ampia serie di strumenti pratici per le riprese cinematografiche, ad esempio spie tally, un monitor della forma d'onda e una funzione V-Log View Assist.

Lumix S1H integra Body I.S. (Image Stabilizer) per compensare in modo efficace il tremolio. Combinando Body I.S. (a 5 assi) e la tecnologia O.I.S. (Optical Image Stabilizer, a 2 assi). Il monitor posteriore articolato, il mirino Real View Finder e l'LCD di stato di ampie dimensioni hanno risoluzione elevata e ottima visibilità.

Il sistema della fotocamera mirrorless Full-Frame Lumix serie S adotta il sistema L-Mount per offrire agli utenti una gamma diversificata e a prova di futuro. Più di 46 obiettivi intercambiabili tra cui 11 o più obiettivi Lumix S/S PRO sono o saranno disponibili presso Panasonic, Leica Camera e Sigma; una serie di converter/adattatori di montaggio espanderà ulteriormente le opportunità di utilizzare ancora più obiettivi.

Registrazione video di qualità cinematografica
La S1H sfrutta un sensore CMOS full-frame da 24,2 Mpixel a 35 mm (35,6 mm x 23,8 mm) che offre una risoluzione attiva di 6.024 x 4.016 pixel. L'adozione di un OLPF (Optical Low Pass Filter) elimina le distorsioni pneumatiche. In combinazione con l'elaborazione del segnale ottimale tramite Venus Engine, viene garantita una registrazione a sensibilità elevata fino a ISO 51.200 con rumore minimo. Una delle funzionalità esclusive della Lumix S1H è la sensibilità Dual Native ISO, la tecnologia introdotta per la prima volta nella gamma di punta VariCam. Utilizza un processo che consente una lettura del sensore sostanzialmente diversa, estrapolando un maggior numero di informazioni senza degradazione dell'immagine. Il risultato è una fotocamera che può passare da una sensibilità standard a una elevata, con quasi nessun aumento del rumore o altri artefatti. I Dual Native ISO di Lumix S1H sono pari a 640 e 4000, il che consentirà ai professionisti del cinema di girare praticamente in qualsiasi condizione di illuminazione. Normalmente il rumore aumenta con l'aumentare della sensibilità con un sensore di immagine Single Native ISO. Tuttavia il nuovo sensore immagine Dual Native ISO nella Lumix S1H riduce al minimo la generazione di rumore scegliendo un circuito ottimale da utilizzare conformemente alla sensibilità prima di elaborare il guadagno. Di conseguenza consente una registrazione ad alta sensibilità ISO 51200 massima.

Il display posteriore da 3,2 pollici touch e con 2.330.000 punti (3:2) è dotato di una luminanza di circa il 150% superiore rispetto alla Lumix S1R/S1, per una visibilità elevata in esterni. Adottando una nuova struttura meccanica, offre un movimento sia di inclinazione che di rotazione che consente agli utenti di modificare facilmente l'angolazione senza scollegare i cavi eventualmente inseriti.

Il mirino Real View Finder completa la risposta ultraveloce della fotocamera. Quello della Lumix S1H offre un livello di risoluzione pari a 5.760.000 punti, un ritardo di appena 0,005 secondi e un contrasto pari a 10.000:1. L’ingrandimento 0,78x può essere modificato passando a 0,7x o 0,74x.

Gli scatti fotografici
Lumix S1H fa foto in formato RAW a 14 bit. Sfruttando appieno il suo sensore ad alta risoluzione, la Lumix S1H offre una modalità ad alta risoluzione che acquisisce fedelmente persino i dettagli più piccoli da salvare come immagini RAW vibranti e altamente realistiche. Permette di scattare automaticamente otto immagini consecutive con regolazione del sensore tramite il meccanismo Body I.S. (Image Stabilizer) e sintetizzarle in un'immagine equivalente a 96 Mpixel (12.000 x 8.000 pixel) grazie al nuovissimo Venus Engine, che offre un'elaborazione del segnale ad alta velocità.

La Panasonic Lumix S1H arriverà nei negozi a partire da fine settembre a un prezzo che, con tutta probabilità, supererà i 4mila euro.