Nikon Aw120 e Ricoh Wg-4 Gps, fotocamere pronte a tutto

Il panorama delle fotocamere a prova d'acqua e shock si arricchisce di due esemplari proposti da Nikon e Ricoh. Diverse, eppure così simili, la Aw120 e la Wg-4 Gps sono in zona medaglia nello slalom parallelo 'tendenza Sochi'

Nikon Aw120
Questa classica compatta dalle forme arrotondate non è solo robusta, è stata pensata per dare il meglio di sé nelle situazioni più dinamiche, che permette di rivedere con alcune funzioni pensate ad hoc. Come per esempio la funzione “Planisfero” che, grazie al gps incorporato, permette di vedere sul display le mappe dei luoghi in cui avete scattato la foto semplicemente agitando la macchina. Inoltre le funzioni outdoor quali dati gps, informazioni della bussola e valore della pressione atmosferica, altitudine e profondità possono essere archiviate nelle foto e anche consultate sul display.

Ricoh WG-4 GPS
L'ultima nata della gamma WG della giapponese Ricoh è una compatta di razza. Gommosa, antisdrucciolo e dai colori fluo non passa certo inosservata. Ha la funzione video time lapse, un nuovo settaggio “User” per richiamare al volo le impostazioni desiderate e i modi automatici “Fotosub” e “Filmati sub”, per foto e riprese subacquee fedeli anche nelle tinte del rosso (che in acqua tendono a perdersi) e con ottimo contrasto. Inoltre, sei luci led poste attorno all'obiettivo permettono riprese macro di altissima qualità delle micro-meraviglie sottomarine (grazie anche a un autofocus veloce).

Ora che abbiamo presentato le due concorrenti diamo il via alla gara esaminando le principali caratteristiche tecniche

Resistenza
La Coolpix è impermeabile fino a 18 metri sott'acqua, la Ricoh fino a 14. Entrambe non fanno un plissé se cadono da 2 metri d'altezza, se le usate a 10 °C sottozero o tra le sabbie del deserto. La Wg4, però, è garantita anche se la calpestate perché resiste a pressioni fino a 100 kgf (kilogrammi forza), caratteristica che le permette di recuperare lo svantaggio della relativamente minore resistenza sott'acqua. La prima manche è un pareggio.
Voti
Nikon Aw120: 10
Ricoh Wg-4 Gps: 10

Sensore
Nikon e Ricoh sfruttano entrambe un sensore cmos retroilluminato che misura 6,17 x 4,55 mm e ha 16 Mpixel: adeguato per tutte le situazioni, sia in termini di pixel, sia di sensibilità alle basse luci. Pareggio anche nella seconda discesa.
Voti
Nikon Aw120: 10
Ricoh Wg-4 Gps: 10

Zoom
La Nikon monta uno zoom ottico 5x (24–120 mm), la Ricoh un 4x (25-100 mm). L'apertura massima, importante specialmente nelle riprese subacquee per via della minore luce ambiente, è di F2.8 nella Nikon e di F2.0 per la Ricoh che, grazie a questo scatto di reni finale, recupera lo svantaggio di uno zoom di poco meno esteso e agguanta il pareggio.
Voti
Nikon Aw120: 10
Ricoh Wg-4 Gps: 10

Display
Entrambe le fotocamere hanno un display di 3 pollici. Quello della Nikon, però, è un oled (significa ottima luminosità e visibilità anche da tutte le angolazioni) e decisamente più nitido: 921mila pixel rispetto ai 460mila del tradizionale lcd della Ricoh. Cosa che permette alla Aw120 di vincere la discesa.
Voti
Nikon Aw120: 10
Ricoh Wg-4 Gps: 8

Video
La Coolpix Aw120 filma in full hd 60i (è il sistema interlacciato a 60 semiquadri - o campi - al secondo) e arriva fino a 240 campi, la qual cosa si traduce in un effetto rallenty supernitido a ¼ della velocità normale (ma non full hd).
La Wg-4 riprende in full hd 30p (è il sistema di ripresa progressivo a 30 quadri al secondo). Come nella Nikon, il rallenty è supernitido a ¼ della velocità normale (ossia 120 fps) e, anche in questo caso, non full hd.
Alcuni sostengono che, per le riprese in slow motion, il sistema 60i sia migliore del 30p. In realtà dipende dal tipo di scena che si sta filmando. Perciò non è possibile dare una risposta univoca. Dunque, in questa manche, secondo noi è pareggio. Anche tenendo conto del fatto che, la Nikon, permette riprese accelerate a 15 fps (2x): è una funzione divertente ma, a nostro parere, non di quelle che motivano l'acquisto.
Voti
Nikon Aw120: 10
Ricoh Wg-4 Gps: 10

Gps
Entrambi i modelli dispongono di gps incorporato. È una caratteristica di rigore nel mondo delle fotocamere sportive, utile per poter risalire rapidamente al luogo in cui è stata fatta la foto. Anche in questo caso il pareggio è un dato di fatto.
Voti
Nikon Aw120: 10
Ricoh Wg-4 Gps: 10

Wi-fi
Per condividere le foto, inviandole senza fili allo smartphone/tablet e da lì ai social network, il wi-fi è molto comodo. La Nikon lo ha incorporato mentre nella Ricoh si può ottenere con una scheda di memoria tipo eye-fi (circa 36 euro per la 4 GB). Per il risparmio che consente grazie al wi-fi di serie la Nikon si aggiudica questa manche.
Voti
Nikon Aw120: 10
Ricoh Wg-4 Gps: 8

Stabilizzatore
Nelle fotocamere sportive il sistema di riduzione delle vibrazioni è fondamentale. Nikon, nella Aw120, ne mette 2: ottico lens shift ed elettronico (Vr) che agiscono di concerto. Anche Ricoh opta per un doppio stabilizzatore: il sistema ottico sensor shift e l'elettronico Digital Sr. Il principio di funzionamento dei due sistemi ottici è analogo. Il lens shift stabilizza le immagini muovendo in modo micrometrico e velocissimo una delle lenti dell'obiettivo, in modo che l'immagine inquadrata cada sempre nella stessa zona del sensore, riducendo grandemente l'effetto mosso. Il sensor shift ottiene lo stesso risultato muovendo, invece, il sensore.
Voti
Nikon Aw120: 10
Ricoh Wg-4 Gps: 10

L'opinione di TheDigeon
La Nikon Aw120 e la Ricoh Wg-4 Gps sono due fotocamere outdoor di razza. L'esame delle caratteristiche principali evidenzia un soprendente equilibrio che fa di loro due ottimi prodotti. Entrambi i modelli costano attorno ai 350 euro: pareggio anche nel prezzo, dunque.