Youtube lancia i video a 360 gradi in diretta

Youtube lancia il proprio servizio di video in diretta a 360 gradi e con audio spaziale, che si aggiunge alla possibilità, che esiste da un anno, di filmare a 360 gradi

Video a 360 gradi, ossia immersivi e in diretta streaming: è la novità che Google ha lanciato poche ore fa per Youtube (nella foto di apertura vediamo la videocamera circolare che, grazie a 16 GoPro, produce i video a 360 gradi per Google). A Facebook, che ha reso pubblico il proprio servizio di realtà virtuale lo scorso 6 aprile, Google risponde aggiungendo anche l'audio spaziale per i video on demand.

Audio spaziale significa un suono che va al di là del classico stereo destra e sinistra, che si avvicina a ciò che si sente nei concerti e nelle manifestazioni sportive dal vivo.

Le capacità del nuovo servizio di Big G saranno visibili a tutti il prossimo fine settimana quando, dal festival di Coachella in California, saranno trasmessi live in streaming i primi esempi di video musicali live a 360 gradi con audio spaziale.

Filmare a 360 gradi non è affatto facile. In primo luogo perché serve una speciale telecamera capace di filmare con un angolo di campo totale. Poi perché questo gigantesco flusso video deve essere assemblato e gestito – in tempo reale – per consentire agli spettatori di vedere l'azione come pare a loro, orientando lo sguardo dove vogliono.

Quanto all'audio spaziale, al momento è disponibile solo per i video on demand visti sulla piattaforma Android. Vedremo nella prova pratica la reale consistenza, su device portatili quali tablet e smartphone, di questa innovazione.

Neal Mohan, chief product officer di YouTube racconta che «Quello che mi entusiasma di più della possibilità di raccontare storie a 360° è l'idea di offrire a chiunque esperienze in tutto il mondo. Gli studenti possono partecipare agli eventi in aula in tempo reale. I viaggiatori possono visitare luoghi lontani e gli esploratori immergersi nelle profondità marine, il tutto senza i limiti fisici imposti dal mondo vero. Quelle che una volta erano esperienze riservate a pochi, ora sono a disposizione di tutti, ovunque e in qualsiasi momento».

Va rilevato che, con questa innovazione, Google/Youtube e Facebook sferrano un altro formidabile colpo alla tv tradizionale, che aveva nella diretta video l'ultimo grande asso nella manica da giocarsi nella sfida mortale per il predominio video del futuro. Un asso che si rivolge alla generazione che fa volentieri a meno della tv ma non rinuncia a vedersi le dirette degli eventi sportivi, musicali o social preferiti.

VEDIAMO, NELLA CLIP CHE SEGUE, UN ESEMPIO DI VIDEO A 360 GRADI DA YOUTUBE