Viaggi | Guide Me Right fa incontrare turisti e locali

Guide Me Right è una piattaforma web che facilita l’incontro tra i turisti e i locali sulla base degli interessi e gusti reciproci. E tutti possono diventare guide del posto in cui vivono, guadagnando

Chi meglio delle persone del posto può conoscere posti da visitare non inclusi nelle normali guide turistiche, ristorantini dove si mangia bene e si spende poco o i migliori negozi dove fare shopping? Pochissimi. Eccetto, appunto, per i locali.

Ed è sulla base di questa idea o, forse, sarebbe meglio dire consapevolezza, che Luca Sini, Pietro Pirino e Andrea Zanda hanno messo su Guide Me Right, un marketplace che si occupa di far incontrare viaggiatori e residenti.

Una volta decisa la meta del viaggio (per ora solo in Italia), i primi, detti "Guest", prima di partire possono visitare la piattaforma e, sulla base delle proprie preferenze, scegliere tra i secondi, chiamati "Local friend", per farsi guidare alla scoperta dei luoghi una volta arrivati a destinazione.

 

PER IL GUEST LA PIATTAFORMA FUNZIONA COSI':

Il primo passo è l’incontro virtuale.

Su Guide Me Right il “Guest” filtra i “Local Friend”  per territorio o attività proposte (dalla colazione nel bar "tipico" fino alla spiaggia ideale per il windsurf), seleziona quelle a cui è interessato e ottiene il relativo preventivo di spesa. Questo è calcolato automaticamente in base a una tariffa oraria data dal punteggio del Local Friend assegnato dai Guest precedenti, dal numero e durata delle attività e dal numero delle persone coinvolte.

Il secondo passo è la prenotazione.  
     
Quando Guest e Local Friend trovano un accordo sull'esperienza generale da condividere, anche grazie a un sistema di messaggistica interna, il Guest perfeziona la prenotazione.                                   

Il terzo passo è la recensione e il pagamento.

Una volta terminata l’esperienza, il Local Friend riceve il compenso per la sua disponibilità (da un minimo di 5 euro l’ora fino a un massimo di 30 euro, detratto del compenso che trattiene il sito che ha fatto da punto d’incontro). A questo punto il Guest può fornire un punteggio alla sua esperienza con il Local Friend contribuendo così al suo punteggio generale.

Tutti possono candidarsi a diventare Local friend. Quindi, in teoria, un turista che fuori si serve dell’assistenza di un locale, a sua volta a casa propria può prestarsi a fare il ‘local friend’.

 

IL SISTEMA PER IL LOCAL FRIEND FUNZIONA COSI':

Il primo passo è la registrazione: basta compilare l’apposito form sul sito e cliccare sul link della mail che si riceverà, per entrare nel proprio profilo

Una volta dentro al profilo, occorre inserire attività, servizi aggiuntivi che si possono mettere a disposizione e una serie di dettaglia necessari alla selezione dei futuri Guest

Tramite la App GMR è sempre possibile modificare il profilo e lo status "Disponibile" o "Non Disponibile".

Il secondo passo è l’incontro virtuale col guest. Una volta avvenuto e definiti i dettagli, per concludere la transazione si deve confermare la propria disponibilità per l’esperienza concordata.

Ad esperienza conclusa, ecco il terzo passo: salutato il Guest, è sufficiente confermare tramite app che l’esperienza è conclusa. Non appena il guest fornisce la sua valutazione, si riceve una notifica con il totale dei punti GMR accumulati e, nelle 48 ore successive, l’importo pagato dal Guest viene accreditato sul proprio conto corrente.

Insomma un sistema facile, veloce e, si spera, divertente sia per il guest che per il local friend!

 

 

(4 marzo 2015)