Sicurezza dei passeggeri: in taxi o Uber ci pensa Echo

Una nuova piattaforma web consente di conoscere tutti i dettagli del percorso di chi sceglie di viaggiare in taxi o a bordo di una vettura  Uber. Ecco come funziona

Ultimamente si fa un gran parlare di taxi, soprattutto a seguito delle polemiche suscitate in italia e in Europa dal servizio privato alternativo proposto da Uber, che consente a privati cittadini di trasformarsi in autisti a pagamento. Tralasciando i pro e i contro delle ragioni di chi è a favore oppure no del trasporto privato organizzato e ampliando l’orizzonte del discorso, una società inglese, Magenta Technologies, si è posta una questione: e la sicurezza personale? Non solo di Uber o di eventuali servizi simili ma di quella di chiunque si serva di un'auto con conducente.  E in risposta al quesito ha presentato Echo, una piattaforma software che dovrebbe rendere i viaggi di chiunque più sicuri.

Dedicato ai genitori preoccupati, ai tutori, agli assistenti e anche, semplicemente, agli amici di chi sale su una vettura guidata da un perfetto sconosciuto (si tratti di un taxista, di un addetto ncc o altro), la soluzione sviluppata consente ai passeggeri di prenotare un’auto da un operatore, condividendo i dettagli della prenotazione tramite un collegamento web sicuro e permettendo così a parenti ed amici preoccupati, di monitorare in tempo reale la vettura in questione.

<<Al momento non c’è un grande dibattito circa la sicurezza dei passeggeri, soprattutto con la scesa in campo di nuovi operatori come Uber>>,  ha spiegato Matt Borland, direttore vendite di Magenta Technologiers. <<Per questo motivo abbiamo deciso di applicare il nostro know how aziendale ed escogitare una soluzione software che dia tranquillità a chi viaggia in taxi o su altra vettura privata a pagamento>>.

Una volta che la prenotazione è stata accettata, il passeggero riceve un semplice messaggio di testo completo di link internet da condividere con chi si vuole.  In poche parole il servizio proposto permette ai passeggeri di condividere i dettagli della prenotazione con gli amici o i parenti, fornendo in diretta tutti i dati utili, compreso il nome e il numero di telefono cellulare del conducente, la descrizione dell’auto e la targa, e una panoramica del percorso. Il passeggero e gli altri abilitati, quindi, possono seguire tutti gli step del viaggio in tempo reale, a partire dal momento della prenotazione fino a fine corsa.

Uno dei primi ad avere adottato la nuova applicazione è Longleys, una società di noleggio privato a Canterbury.  Sarebbe utile averla anche da noi!

(16 febbraio 2016)