Moments, l’app di Facebook che scova le nostre foto

Facebook lancia una nuova applicazione per gestire le nostre foto senza doverle condividere sul social. Ecco di cosa si tratta e come funziona

Rintracciare le foto in cui siamo presenti ma che non fanno parte dei nostri album: è questa la missione di Moments, la nuova app ufficiale, separata da quella del social, oggi lanciata da Facebook anche in Europa.

Scaricabile gratuitamente dall’App Store e da Google Play, Moments consente d’inviare e ricevere in privato foto e video dagli amici.

Con una particolarità: quando si usa l’applicazione per inviare foto o video agli amici, li si trasferisce solo alle loro app Moments, senza condividerli su Facebook.

Inoltre, raggruppando foto e video seguendo una determinata logica, in base alle persone che sono riprese e i luoghi in cui sono state scattate, Moments aiuta a individuare facilmente le foto scattate dagli amici.

In Europa, Moments non utilizza il riconoscimento facciale ma una forma di riconoscimento di oggetti per raggruppare le foto che sembrano raffigurare la stessa persona, in base a caratteristiche come la distanza tra gli occhi e le orecchie. Si può poi organizzare le immagini, aggiungerle, rimuoverle e inserire anche un’etichetta personalizzata.

Le varie etichette dei diversi raggruppamenti sono archiviate solo sul proprio telefono e nessun altro le può  visualizzare. Quando Moments trova nuove foto con una persona simile raffigurata, lo scatto in questione viene raggruppata con le altre all'interno della app.