Mazar, pericolo N. 1 per gli smartphone Android

Si nasconde in un sms e attacca i telefoni Android. Quali danni causa e come proteggersi dal temibile malware Mazar

Gli utenti dotati di dispositivi con sistema operativo Android devono fare i conti con una nuova, pericolosa minaccia. La società di sicurezza informatica Heimdal ha scoperto un malware, denominato Mazar, che permette ai malintenzionati di prendere pieno possesso dello smartphone Android infettato, con conseguenze catastrofiche.

Oltre alla possibilità di cancellare foto, video, contatti e tutti i contenuti memorizzati, tramite Mazar gli hacker possono  risalire ai dati sensibili della vittima e farne un uso improprio, o come spesso capita, rivenderli nel cosidetto Dark web ad altri gruppi di hacker che ne faranno un uso altrettanto illecito.

Mazar arriva sotto forma di un "innocuo" sms con un link che, se cliccato, avvia il download di un software che, a sua volta, crea una connessione a un sito web anonimo che avvia l’installazione del malware. Il tutto senza che l’ignaro utente si accorga di nulla.

Al momento, nella sola Danimarca, dove il malware è stato scoperto, sono già 100mila gli smartphone che hanno ricevuto il fatale sms.

La particolarità di Mazar è che non si installa su smartphone dove la lingua principale impostata è quella russa. Questo fa supporre che l’origine del malware sia proprio da imputarsi a gruppi di hacker della ex Unione Sovietica, che per solidarietà campanilistica, non vogliono creare problemi ai loro concittadini.

I vari software antivirus, al momento, non sono in grado di rilevare e debellare il malware. Per questo motivo l’unica cosa sensata da fare per non essere infettati, è prestare la massima attenzione agli sms e agli mms in arrivo da fonti sconosciute, e mai, per nessuna ragione, cliccare sui link multimediali che potrebbero essere contenuti all’interno del testo

(19 febbraio 2016)