Malware | Colpiti 4,37 milioni di smartphone e tablet

I dati diffusi da Trend Micro si riferiscono agli ultimi 6 mesi del 2014 ma le previsioni per il 2015 non sono affatto rosee

malware_smartphone.jpg
A fine 2014 malware e applicazioni ad alto rischio per dispositivi mobili hanno raggiunto l’esorbitante cifra di 4,37 milioni. A lanciare l’allarme è la software house Trend Micro che, in una nota, ha diffuso i dati aggiornati.

Numeri che ben rappresentano l’avanzata dei bachi ‘mobili’ che, in soli sei mesi, rispetto al record precedente di 2 milioni sono più che raddoppiati. Cioè un incremento del 68% rispetto alla prima metà del 2014.



I tipi di malware
top-mobile-malware-2014.jpg
Riguardo alla tipologia delle minacce, il 69% dei malware che hanno colpito smartphone e tablet è costituito da adware. Si tratta di una forma di malware che subissa l’utente di pop up pubblicitari, allo scopo di indurlo ad andare su siti maligni specifici e registrare le sue abitudini di navigazione. Attenzione dunque a non cadere nella trappola cliccandoci su.

La seconda tipologia di malware più diffusa (24%) è quella dei Premium Service Abuser, software nocivi che fanno lievitare i costi degli utenti iscrivendoli a servizi senza il loro consenso. Al terzo posto si posizionano le app specializzate nel furto dei dati con il 10%.

I sistemi operativi più colpiti

Data la loro alta diffusione, com’è prevedibile, le piattaforme mobile maggiormente colpite sono state Android e iOS, quest’ultima nonostante l’approccio di ecosistema chiuso tenuto da Apple.

Secondo Trend Micro, nel 2015 la tendenza è destinata a confermarsi e, molto probabilmente, i cyber criminali tenderanno a sfruttare sempre più le opzioni di pagamenti mobile introdotte, colpendo attraverso vulnerabilità o mediante azioni di ingegneria sociale.

affected-android-systems.jpg

Nella grafica le versioni Android più colpite da malware

Come proteggere il proprio smartphone o tablet

Per tutelarsi, per prima cosa occorre utilizzare un buon antivirus, adottare password sicure e software per la gestione delle password. Non meno importante, poi, è installare app di sicurezza per verificare se il proprio dispositivo è infetto. Infine una regola che andrebbe sempre adottata, sia per i dispositivi mobili che non: essere molto accorti e valutare bene quali sono le promozioni affidabili o i link che potrebbero condurre a truffe o al furto dei dati personali.

(12 gennaio 2015)