Light Rider | Arriva la prima moto stampata in 3D

È europea ed elettrica la prima moto al mondo stampata in 3D. Si chiama Light Rider ed è prodotta da APWorks, una società aerospaziale tedesca del gruppo Airbus. Tutti i dettagli

35 kg di peso e 60 km di autonomia. Una velocità massima di 80 km/h e appena 3 secondi per andare da 0 a 45 km/h: lo stesso rapporto peso/accelerazione di una supercar mossa però, questa volta, da un brillantissimo motore elettrico da 6 kW con batteria sostituibile facilmente quando è scarica. Sono i notevoli numeri di Light Rider, la prima moto completamente stampata in 3D.

Niente a che vedere con le più classiche elettriche prodotte dall'americana Zero Motorcycles.

Secondo il produttore APWorks, società del gruppo Airbus, Light Rider è probabilmente anche la più leggera del mondo, grazie al suo elaborato telaio in una lega d'alluminio chiamata “Scalmalloy” robusta quasi quanto il titanio
 

Algoritmi bionici hanno definito la complessa struttura del telaio usando linee che richiamano strutture portanti pensate dalla natura. La stampa in 3D ha poi permesso di realizzare il complesso profilo mettendo una sull'altra molte migliaia di strati metallici di appena 30 micron di spessore.

Insomma, per gli appassionati delle due ruote Light Rider è un sogno. Che però rischia di svanire in fretta. Il produttore APWorks, infatti, costruirà Light Rider appena 50 esemplari: chi la desidera può prenotarla fin d'ora versando un deposito di 2.000 euro. E saldando il salato prezzo, 50 mila euro più iva, al momento della consegna che avverrà nei prossimi mesi.

 

 

VEDIAMO LIGHT RIDER NEL VIDEO UFFICIALE DI PRESENTAZIONE