Intel Security: cerchi il cantante e trovi il virus

I ricercatori di Intel Security hanno stilato la Most Dangerous Celebrities, la classifica delle celebrità più a rischio contagio: si digita il loro nome nel motore di ricerca e, invece, di foto e video, si porta a casa o, meglio, nel pc un virus informatico. La top ten dei più pericolosi e i consigli e tool per proteggersi

Il podio se lo aggiudica Armin van Buuren, dj dedito all’l’Electronic Dance Music (EDM). Secondo i ricercatori di Intel Security è lui, infatti, il pericolo numero uno al mondo. In realtà van Buuren è totalmente innocente e non ha fatto nulla per meritarsi la qualifica negativa. Colpevoli, infatti, sono i cyber criminali che ne sfruttano la popolarità per ingannare i navigatori.

Succede infatti che, sempre più spesso, si digiti nei motori di ricerca il nome di un personaggio dello spettacolo, un attore, una show girl, un cantante famoso ma anche il titolo di uno spettacolo o di un nuovo film, e ci si ritrovi dentro a un sito fake pieno di malware, che permettono ai malintenzionati di carpire informazioni personali e password dell’ignaro utente. E i nomi di alcuni personaggi dello star system sono più a rischio di altri.

A tale proposito i tecnici di Intel Security hanno redatto la ricerca Intel Security Most Dangerous Celebrities*.
Se cercare on line "Armin van Buuren" comporta una possibilità pari al 18% di finire su un sito web risultato positivo a spyware, adware, spam, phishing, virus o  malware, provare a trovare immagini e video di Luke Bryan espone al 17.64% di rischio. Al terzo posto troviamo Usher (16.67%), seguito al quarto da Britney Spears (16.39%) e al quinto da Jay Z (15.83%). Sesto posto per Katy Perry (14.86%), settimo per Amy Schumer (14.72%), ottavo per Betty White (14.03%), il nono va a Lorde (13.61%) e il decimo se lo aggiudica Nina Dobrev (13.19%).

Ma come vanno le cose in Italia?

Da noi la più "cattiva" e ricercata è Belen Rodriguez col 14,44%.
Al second posto Marco Bocci (10,69%), al terzo Laura Pausini (9,58%), quarto per Gigi Buffon (8,89%) e solo un "misero" - ma probabilmente solo transitorio - quinto posto per Fedez con un 7,50% (considerato che è ricominciato X-Factor c’è da scommettere che la sua popolarità subirà un incremento).

In sesta posizione troviamo Michelle Hunziker (7,08%), seguita da Elisabetta Canalis (6,53%) e Ilaria D’Amico (5,69%)

Da Intel Security suggeriscono di seguire alcune regole di buon senso per evitare brutte sorprese.

Come prima cosa occorre prestare sempre attenzione alle pagine in cui richiedono di scaricare qualsiasi cosa prima di fornire il contenuto. Meglio è guardare i video in streaming o scaricare i contenuti da siti ufficiali.  

E’ bene assicurarsi di utilizzare uno strumento di ricerca sicuro in grado di segnalare la pericolosità del link prima di visitarlo. Per le ultime notizie, meglio affidarsi alle fonti riconosciute.

Non scaricare video da siti sospetti che non siano da voi già conosciuti e sicuri. Se un sito web offre un video esclusivo solo per il download, non fatelo.

La ricerca con chiave "download gratis" è quella a più elevato rischio di contagio. Chiunque sia alla ricerca di video o file da scaricare deve fare molta attenzione per non ritrovarsi il proprio computer carico di malware.

Utilizzare sempre password per la protezione del telefono e altri dispositivi mobili. Se il telefono viene perso o rubato, chi raccoglie il dispositivo potrebbe pubblicare le informazioni on line.

Se per poter accedere a un’esclusiva sui propri vip preferiti si riceve un messaggio di testo o e-mail o si visita un sito web di terze parti che richiede informazioni relative alla propria carta di credito, email, indirizzo di casa, credenziali di accesso a Facebook, o altre informazioni, non compilate nulla. Tali richieste sono una tattica di phishing abbastanza diffusa che potrebbe portare al furto di identità.

Infine la regola delle regole: usate un buon antivirus che integri il tool di protezione per la navigazione on line!

Quello di McAfee, per esempio, si chiama SiteAdvisor. Si tratta di un tool che sottopone a test i siti web, al fine di verificare se sono all'origine di virus, spyware, posta indesiderata e truffe online. La versione gratuita può essere scaricata all’indirizzo siteadvisor.com

*Metodologia della ricerca
Lo studio utilizza il sistema di classificazione dei siti di McAfee WebAdvisor, che indica su quali siti è pericoloso effettuare una ricerca correlata alle celebrità sul web e calcola una percentuale di rischio complessiva. La tecnologia SiteAdvisor testa e classifica quasi ogni sito che genera traffico su Internet e utilizza icone di coloro rosso, giallo e verde per indicare il livello di pericolosità di un sito web. I punteggi dei siti di SiteAdvisor vengono creati utilizzando una tecnologia avanzata brevettata per condurre test automatici dei siti web e funziona con Internet Explorer, Chrome, Safari e Firefox.
 

(29 settembre 2015)