Social | In eredità ti lascio Facebook!

Cosa accade del nostro profilo Facebook se si viene a mancare all'improvviso? Un quesito cui Zuckerberg ha trovato già risposta: basta nominare un erede!

Si chiama Legacy contact, per ora è attivo solo negli Stati Uniti ma presto dovrebbe estendersi anche al resto del mondo. Si tratta di un nuovo servizio offerto da Facebook che consente di nominare un "erede" della propria pagina sul social network.

Di primo acchito appare come una di quelle notizie che fa sorridere e ironizzare ma che, a una riflessione più attenta, ha un suo perché: la possibilità di decidere cosa ne sarà dopo di noi di quella montagna di dati, foto, informazioni (anche molto personali), pensieri e riflessioni che nel corso degli anni abbiamo affidato alla rete.  Con delle limitazioni: l'erede, per esempio, può rispondere alle richieste di amicizia e pubblicare qualcosa ma non sostituirsi in tutto alla persona scomparsa, né tantomeno andare a spiare tra i suoi messaggi privati.

Avvalersi di questa funzione è facilissimo (ricordiamo che in Italia non è ancora possibile): basta andare nel menu impostazioni, selezionare 'protezione' e modificare le opzioni.

Se da pagina personale nel post mortem il profilo diventa commemorativo, comparirà accanto al nome dell'utente la dicitura remembering, così da avvisare gli eventuali visitatori e gli amici del defunto.

Infine, se dopo di noi il diluvio (cit.), decidessimo di eliminare questa parte della nostra vita digitale, esiste la possibilità d'impostare un'opzione che cancella la pagina, una volta comunicato il decesso a Facebook.

 

(23 febbraio 2015)