Apple Wwdc 2017 | Le novità della Mela

Da San José, in California, ecco l'annuale conferenza mondiale degli sviluppatori Apple. Tra hardware (il nuovo iMac Pro, nuovi MacBook) e software (iOs 11 e Mac Os High Sierra) tante novità e una conferma: i prodotti Apple saranno sempre più premium, soprattutto nel prezzo. Ecco i dettagli

Tim Cook, il ceo di Apple, a San José ha segnato un punto. E ha entusiasmato le migliaia di persone accorse ad ascoltarlo con una nutrita serie di novità hardware e software.

A cominciare da iOs 11 che porta miglioramenti a Siri (adesso sa fare le traduzioni simultanee delle frasi) e permette di fare pagamenti via digitale grazie a Apple Pay.
 

Tutto nuovo anche l'iPad, che abbandona il tradizionale formato da 9,7 pollici per passare all'inedito 10,5 pollici della versione “Pro”.

Per Cook, le caratteristiche hardware e software del nuovo iPad 10,5 Pro sono tali da farlo competere con un computer desktop. Anche grazie al nuovissimo chip a sei core per tablet A10X Fusion, che mette assieme la tradizionale cpu con la gpu nello stesso chip. Sul versante dei tradizionali computer desktop Cook ha presentato MacOs High Sierra, che manda in pensione il tradizionale formato Hfs di gestione dei file per il nuovo a un po' anodino File System. Per gli smartwatch arriverà Watch Os 4, minor release del sistema operativo per gli smartwatch Apple.

Nella gamma dei portatili arriva il MacBook Pro da 15 pollici con processori Core i7 fino a 3,1 GHz, scheda grafica più potente e con più memoria. A listino anche i nuovi MacBook Pro da 13 pollici (con Kaby Lake Core i7 fino a 3,5 GHz) e il MacBook da 12 pollici con processori Intel Core i7 Kaby Lake a 1,3 GHz e memoria raddoppiata. Il MacBook Air acquista un processore con clock di 1,8 GHz. I nuovi modelli sono disponibili nei negozi dal 7 giugno.

La novità più eclatante riguarda però l'iMac Pro, in arrivo entro l'anno. Con un prezzo di listino attorno ai 5.000 dollari, il nuovo iMac promette meraviglie. A cominciare dal supporto alle cpu professionali Intel Xeon sino a 18 core e fino a 4 TB di spazio di archiviazione SSD. La gpu è la nuova Radeon Pro Vega, con 16 GB di memoria video. Il display da 27 pollici è un 5k con 1 miliardo di colori.

Per gli iMac più umani sono in arrivo dal 7 giugno i modelli con processore Kaby Lake fino a 4,2 GHz, Fusion Drive di serie su tutte le configurazioni da 27pollici e sul modello top da 21,5pollici. La grafica è affidata alla scheda Radeon Pro serie 500 che ha fino a 8 GB di memoria.

I prezzi partono da 1.099 dollari per il 21,5 pollici e da 1.799 dollari per il 27 pollici.