CES 2014: a Las Vegas vanno in scena le tendenze hi-tech

Apre i battenti l’International Ces di Las Vegas, la più importante fiera mondiale dell’elettronica di consumo. Le tendenze, le novità e cosa dobbiamo aspettarci per i prossimi mesi

Il Consumer electronics show 2014 non sarà l’edizione delle innovazioni eclatanti: la fiera dell’hi-tech di Las Vegas (7-10 gennaio), una tra le pochissime al mondo ad avere conservato nel tempo un certo rilievo, non sarà tanto prodiga di novità assolute quanto generosa nello sfoggiare upgrade di dispositivi già in uso, confermando le tendenze tecno degli ultimi due anni. Per esempio le tv 3D: mantengono la visualizzazione tridimensionale ma guadagnano l’ultra hd 4k, raggiungendo così 8 milioni di pixel contro i 2 attuali del full hd. In più si curvano, presentandosi con un effetto parabolica che, almeno nelle intenzioni dei produttori, dovrebbe ridestare il calante interesse dei consumatori. Ancora più interessanti, però, sono i nuovi modelli di tv oled, gli unici che, indipendentemente dal fatto che siano full hd o ultra hd (4k), rappresentano - anche se a caro prezzo - un salto quantico nella fedeltà della riproduzione delle immagini video. Il campione della categoria è il nuovissimo Lg 77EC9800: la prima e la più grande tv oled ultra hd da 77 pollici con schermo curvo. Per le funzioni smart sfrutta il sistema operativo Web Os che Lg ha comperato lo scorso anno da Hp che lo aveva sviluppato. Questo schermo è tra i candidati all'innovation award del Ces 2014. La wearable technology, ossia la tecnologia indossabile, dopo la fiammata dell’anno scorso, si prende una pausa, in attesa che i grandi come Sony, Samsung e Google, lancino le nuove versioni dei loro orologi multimediali e occhiali intelligenti. La speranza è che si tratti di prodotti funzionali, più maturi ed oggettivamente utili.

Le stampanti 3D continuano, invece, a far parlare molto di sé. Dal punto di vista della tecnologia sono prodotti rivoluzionari. Quanto al fatto che diventino di massa perché qualcuno, magari, deciderà di usarle per replicare o crearsi in casa nuovi personaggi degli Skylander della Wii, è tutto un altro discorso. Più facile, secondo noi, che siano oggetti che si ritaglieranno uno spazio sulla scrivania dei professionisti. L’alternativa è che diventino di uso comune oggetti come 3D Doodler, la speciale penna low cost (circa 80 €) che, fondendo a bassa temperatura una cannuccia di plastica, permette di creare cose tridimensionali.

I tablet proseguono la loro (per ora) inarrestabile marcia trionfale: è di pochi giorni fa la notizia che il settore delle tavolette digitali ha chiuso il 2013 a quota 197 milioni di pezzi venduti nel mondo, sbaragliando la poco convinta concorrenza dei notebook, penalizzati da una forma considerata da molti ormai datata. I nuovi tablet hanno schermi di maggiori dimensioni fino a 12 pollici (è il caso dell'atteso Samsung Tab Pro 12), con una nitidezza superiore al full hd e prezzi in discesa, almeno per i modelli mass market. E non può che essere così, visto che parliamo dell’unica, vera grande rivoluzione tecnologica degli ultimi quattro anni, capace di battersela alla pari con gli smartphone. Questi ultimi, di contro, a Las Vegas giocano di rimessa: giusto alcune anteprime di produttori come Htc con il modello One 2), Sony col suo Z1 mini e la conferma degli smartphone a schermo curvo già lanciati in Oriente da Lg (LG G3 Flex) e Samsung (Galaxy Round). D’altro canto, nonostante la recente acquisizione della divisione telefoni di Nokia da parte di Microsoft, quello della telefonia mobile è ancora un mercato Europa-Asia-centrico: il grosso delle novità, in questo campo, si vedrà al Mobile World Congress di Barcellona il prossimo 24 febbraio.