Windows 10 al rush finale: lancio entro l'estate

Entro l'estate Windows 10, la nuova versione del sistema operativo Microsoft, sarà disponibile. Sette versioni per dare, finalmente, la stessa esperienza d'uso a pc, tablet e smartphone. E una novità epocale: upgrade gratuiti per il primo anno 

windows-10

Cresce l'attesa per il lancio di Windows 10, la nuova edizione del sistema operativo più diffuso al mondo, di cui Microsoft ha confermato il prossimo lancio estivo, per senza sbilanciarsi, per ora, sulla data precisa. Vi abbiamo presentato i dettagli del nuovo Windows 10 alcuni mesi fa. Oggi vi raccontiamo le novità. 

Tra le molte novità relative al prodotto, quella più interessante pare essere il cambio di filosofia: non più un sistema operativo bensì un servizio. E, come tale, in continua evoluzione e crescita, già a partire dal prossimo autunno. Lo ha detto Jerry Nixon (Microsoft developer evangelist), durante la recente conferenza Ignite 2015 di Chicago. Con queste poche parole, Nixon ha voluto annunciare un cambiamento epocale nel modo di pensare e di progettare il sistema operativo di pc, tablet e smartphone.

VEDIAMO NEL DETTAGLIO LE SETTE NUOVE EDIZIONI IN ARRIVO
Windows 10 Home e Windows 10 Pro faranno, come di consueto, la parte del leone.
La prima è destinata ai pc degli utenti consumer, la seconda darà il meglio di sé per i professionisti e gli small office. È in queste versioni che si troveranno le novità finora annunciate, a cominciare da Cortana, l'assistente vocale virtuale e il nuovo browser internet Edge, antipasto di quel Project Spartan che metterà in pensione definitivamente Internet Explorer. Un'altra nuova funzione è Windows Hello, sistema di accesso che riconosce il volto, l'iride e le impronte digitali per essere davvero a prova di hacker. O, almeno, così dice Microsoft. Tutte e due queste versioni gireranno sui classici pc, sui notebook convertibili (ossia tablet o pc portatile) e sui tablet puri.

Ecco un video di presentazione del nuovo browser Edge

La terza e la quarta versione sono rispettivamente Windows 10 Mobile e Windows 10 Mobile Pro, nuovi nomi di quella che oggi conosciamo con il nome di Windows Phone. In questo caso, almeno a livello formale, si tratta di un ritorno all'antico visto che Windows Mobile è stato, fino all'arrivo di Windows 7, il nome della versione per smartphone del sistema operativo Microsoft.

Windows 10 Mobile è pensata per smartphone e tablet fino ai 7 pollici. Include Microsoft Office 10 in versione touch, le Xbox app e le universal apps, ossia applicazioni che girano anche sui pc. Le universal apps sono il tentativo di Microsoft di rendere l'uso del pc e del tablet o dello smartphone sempre più simili, per non dire identici. Senza dunque la necessità di imparare a usare app diverse per fare le stesse cose secondo il device che si usa in un certo momento.

WINDOWS 10 È  UN CONTINUUM
Un'altra novità interessante è la modalità Continuum, che permetterà di collegare a un display esterno i nuovi smartphone predisposti e usare così le stesse app e la stessa interfaccia dei pc.

Windows 10 Mobile Enterprise è pensata per consentire alle grandi aziende un facile aggiornamento delle app nella loro flotta di smartphone e tablet oltre che, come di consueto, per fornire una grande solidità e sicurezza.

Altre 3 versioni sono pensate per la scuola (Education), per le aziende (Enterprise) e per il nuovo mondo dell'internet delle cose (Windows 10 IoT Core), che sta cominciando a collegare in rete tutti i dispositivi elettronici, dalla tv al frigorifero.

I PREZZI DEL NUOVO WINDOWS 10
I prezzi delle nuove versioni non sono ancora stati definiti, mentre è confermata la possibilità di aggiornare gratuitamente a Windows 10, in una delle versioni Home, Pro o Mobile, i pc, i tablet e gli smartphone che abbiano almeno Windows 7 o Windows Phone 8.1. Ma, ecco una novità imprevista: l'aggiornamento sarà sì gratuito ma solo per il primo anno. Poi, i nuovi upgrade saranno a pagamento: una conseguenza inevitabile della pianificata trasformazione di Windows da sistema operativo a servizio

Insomma, si tratta di un programma di lancio decisamente ambizioso e anche di una versa sfida visto che entro il 2018 Microsoft pensa di far funzionare, con Windows 10, ben 1 miliardo di dispositivi.

Vediamo, nel video che segue, le prime impressioni d'uso del nuovo Windows 10

 

(15 maggio 2015)