Dati perduti? Kroll Ontrack ti aiuta. Gratis

Kroll Ontrack rende disponibile online uno strumento gratuito di self assessment che valuta la gravità di una perdita di dati informatici e suggerisce il modo migliore per recuperarli. Eccolo in dettaglio

Kroll Ontrack, leader nei prodotti e servizi di recupero dati e cancellazione sicura lancia un self assesment tool online e in italiano sul recupero dati e l'autovalutazione del danno, utile per fare un controllo iniziale sui dispositivi colpiti dalla perdita di dati e per avere i suggerimenti su come recuperarli. Lo strumento è pensato per tutti, non solo per i professionisti. Le raccomandazioni e video tutorial dedicati al recupero dati che contiene sono per la prima volta in italiano.

Lo strumento Kroll Ontrack di autovalutazione si può scaricare gratis e consente di affrontare situazioni di malfunzionamento su desktop, computer portatili, dispositivi mobili o tablet, server con disco singolo, drive esterni, cd, dvd, flash drive usb e perfino nastri magnetici.

QUALI DANNI E DOVE
Il self assesment tool di Kroll Ontrack aiuta a identificare e circoscrivere i danni, affrontando situazioni in cui un drive interno o esterno al computer non viene riconosciuto o non viene rilevato, quando i file risultano danneggiati, illeggibili o corrotti, oppure quando, per errore, i dati sono stati cancellati, è stato formattato il dispositivo e reinstallato il sistema operativo. Vengono presi in considerazione anche i casi in cui i dati sono compromessi da virus informatici o malware.

Gli scenari presi in considerazione riguardano anche danni provocati da liquidi, fuoco e fumo così come problematiche genere legate all’hardware, come per esempio la caduta del supporto storage, un danno fisico, i graffi sul cd o componenti elettroniche danneggiate.

FACILE DA USARE
Kroll Ontrack suggerisce, con linguaggio semplice
, come comportarsi fin dal primo momento, interrompendo eventualmente ogni tentativo di utilizzo nei casi più delicati. A integrazione dei consigli tecnici, in molti casi vengono offerti a consumatori, piccole imprese, utilizzatori finali e per chi rileva problemi su singoli apparati con disco singolo, anche video tutorial su come operare in sicurezza.

Inoltre, il self assesment tool spiega come non peggiorare la situazione e quando è il caso di affidarsi agli specialisti. Quelli di Kroll Ontrack, per esempio, riescono in oltre il 90% dei casi a recuperare i dati persi.

Insieme con il self assesment tool in italiano, Kroll Ontrack inaugura anche in Italia il Data Loss Index, la classifica trimestrale che misura in termini statistici le cause alla base della perdita di dati.

Al primo posto, in questa speciale lista dei disastri informatici, c'è il mancato riconoscimento di un drive (25% dei casi). In poco più di un caso su dieci (11%) la perdita di dati riguarda l'impossibilità di accendere i dispositivi. Nel 10% dei casi la perdita di dati dipende da un danno fisico del disco, magari perché caduto. La perdita dei dati è legata alla cancellazione dei file nel 9% dei casi o a file corrotti e illeggibili nel 7% dei casi.