Avira Prime | La prova sul campo

Abbiamo messo alla frusta per alcune settimane Avira Prime, la suite antivirus/vpn per tutti i dispositivi e sistemi operativi. Da Mac Os ad Android e Windows, la abbiamo installata su 5 dispositivi fissi e mobili. Ecco come si è comportata

Avira Prime è un'interessante suite per la protezione dei propri dispositivi digitali. Dal computer allo smartphone e fino al tablet, Prime dispone di tutte le opzioni per mantenere al sicuro i propri dati, la propria identità digitale e i propri acquisti online. Il pacchetto offre 10 diversi prodotti che possono essere installati secondo la tabella che vedete qui sotto.

Avira-Prime_02.jpg

Cosa offre
Avira Prime è una suite che comprende: Avira Antivirus PRO per una protezione in tempo reale da malware e minacce online; Avira System Speedup per l’ottimizzazione delle prestazioni del pc e per ridurre i tempi di avvio; Avira Password Manager PRO per creare e ricordare facilmente password inviolabili per qualsiasi account; Avira Phantom VPN per proteggere e rendere anonima la navigazione in rete;

Avira-Prime_05.jpg

Avira Software Updater PRO per aggiornare automaticamente software e driver; Avira Privacy Pal per ottimizzare oltre 200 impostazioni della privacy con pochi clic; Avira Browser Safety per bloccare i siti web infetti, i tracker del browser e la pubblicità invadente; Avira Safe Shopping per trovare offerte e fare acquisti online in tutta sicurezza; Avira Home Guard per scansionare la rete, rilevare le vulnerabilità e aiutarti a risolverle. Non mancano app e funzionalità dedicate per smartphone iOS e Android quali Avira Android Security Pro e Mobile Security Pro (iOS) per proteggere il dispositivo mobile da malware, furti e altro e infine Avira Optimizer Pro per usufruire di un dispositivo sempre efficiente.

Come si installa
Il download e l'installazione non riserva nessuna nota particolare
né per Windows, né per iOs e nemmeno per gli smartphone Android. Sul Mac Avira Antivirus Pro occupa poco più di 200 MB. Avira Phantom Vpn, invece, circa 80 MB. Un terzo prodotto che abbiamo apprezzato della suite è l'antivirus per lo smartphone (la versione Android si chiama Avira Antivirus Security & App Lock, quella per iOs si chiama Mobile Security), che è stata studiata per proteggere il proprio dispositivo, le app e i contenuti multimediali dalle minacce online.

Avira-Prime_03.jpg

Il parere di TheDigeon
La suite Avira Prime funziona bene, permette di tenere traccia nel proprio profilo Avira, sul sito, lo stato delle installazioni fatte (e dove) e di scegliere facilmente nuovi prodotti.
Per quanto riguarda in particolare l'antivirus rimandiamo alla prova di Avira Antivirus Pro 2019, sottolineando che la versione 2020 offre, in più, un nuovo sistema anti-ransomware pensato per bloccare le mutazioni virali sconosciute prima che facciano danni, oltre che fare transazioni bancarie, acquisti e pagamenti in sicurezza. Ci è piaciuto anche il funzionamento trasparente, che non impatta sulle prestazioni del sistema perché occupa risorse in modo moderato. L'interfaccia utente di Avira Antivirus Pro è quella a cui siamo abituati: chiara ed essenziale, permette di scegliere in modo semplice le opzioni e di configurare il prodotto come si desidera. Come di consueto non abbiamo fatto prove sperimentali, immettendo apposta virus in un sistema chiuso per valutare l'efficienza del rilevamento. Abbiamo messo alla prova Avira Prime nell'uso quotidiano per verificare, oltre al livello di sicurezza, anche e soprattutto l'impatto sul funzionamento dei dispositivi.

La stessa cosa vale per Avira Phantom Vpn (nella schermata), che lavora in background e permette di scegliere a quale paese linkare il proprio computer, per superare con un clic le limitazioni geografiche che impediscono di usare servizi web o di fare acquisti online all'estero. Nella scelta abbiamo trovato utile l'indicazione del ritardo medio previsto secondo il paese selezionato. Un semplice sistema a semaforo (verde, giallo e rosso) fa capire al volo se la scelta che stiamo per fare ci permetterà una navigazione efficiente o troppo rallentata. 
Avira-Prime_04.jpg
A questo proposito vogliamo raccontare un piccolo aneddoto. Nelle settimane di lockdown a causa dell'emergenza coronavirus, ci siamo trovati nella necessità di fare un nutrito ordine di scatolette e crocchette per i pelosi di casa. Purtroppo, al momento del check out il nostro consueto fornitore estero non approvava il pagamento sulla nostra carta di credito italiana e il customer care non dava risposte esaurienti. Così abbiamo immaginato che si trattasse di una limitazione geografica non annunciata, attivata per favorire i cittadini residenti nelle concitate prime settimane della pandemia. Allora abbiamo attivato la vpn scegliendo quale nostra posizione la Germania e riprovato a fare l'ordine: magicamente il pagamento è andato a buon fine e in 4 giorni le vettovaglie per i mici di casa sono arrivate.

Per quanto riguarda la sicurezza mobile l'abbiamo installata su uno smartphone Android (Avira Antivirus Security su Huawei P30 Pro) e su un telefonino iOs (Avira Mobile Security su Apple iPhone 8). In entrambi i casi non abbiamo avuto nessun impatto né sull'uso né sul funzionamento dei due dispositivi.

La suite Avira Prime è disponibile a 99,5 euro per un anno: a prima vista può sembrare cara ma va considerato che la licenza vale per 5 dispositivi (per i sistemi operativi Windows, MacOs, iOs e Android), cosa che rende il pacchetto molto interessante. Inoltre offre anche la vpn, un'opzione che, spesso, in configurazione stand alone ha un prezzo mensile che in meno di un anno raggiunge e supera il costo dell'intera suite.