Attenti a Flappy Bird

Dalle stelle al cestino: fino a ieri è stata una delle app di più rapido successo nel mondo dei videogiochi per smartphone. Oggi è una pericolosa esca utilizzata dai cyber truffatori. La parabola di Flappy Bird

Un uccello squadrettato che sembra il personaggio di un videogioco degli anni '80, tipo Pacman o Super Mario. E un gioco che sembra banale, un classico platform sinistra-destra che, invece, tiene incollati allo schermo: Flappy Bird, il game con l'uccello che batte le ali al tocco delle dita sullo schermo cercando di attraversare una giungla di tubi senza schiantarsi, è di una perfidia unica. In soli 9 mesi, 50 milioni di fan sono diventati addicted del gioco, tanto da inondare la casella email di Dong Nguyen, il giovane vietnamita che lo ha creato, di messaggi frustrati e minacciosi a causa della difficoltà nel superare i vari livelli.

Ieri, infine, il colpo di scena: l'autore ha deciso di ritirare il gioco dai market Apple e Android e di farlo sparire, seppellirlo. E di rinunciare ai 50 mila dollari al giorno di pubblicità (bum!) che la sua creazione, dice, gli garantiva (sotto, il tweet dell'annuncio).

Questa è la versione ufficiale. La notizia, però, è il fatto che i criminali informatici di tutto il mondo, a razzo, hanno approfittato della spazio lasciato da Flappy Bird per lanciarsi all'arrembaggio degli app store, orfani di quel successo planetario. Così, quasi dalla sera alla mattina, sono apparse versioni pirata, identiche all'originale ed estremamente pericolose, perché piene zeppe di “malware”, codice software maligno e invisibile. In poche ore falsi uccellini svolazzanti, creati perlopiù in Russia e in Vietnam e scaricati in buona fede, hanno preso il controllo di migliaia di smartphone e cominciato a spedire, di nascosto, messaggi a servizi a tariffazione elevata, prosciugando in poco tempo il credito dell'inconsapevole proprietario e arricchendo i falsari. Oltre che malvagi, i cyber criminali che hanno creato i cloni cattivi di Flappy Bird sono anche molto bravi. Non si accontentano di far arrivare bollette astronomiche o azzerare il credito telefonico, ma prendono di mira e rubano pure i dati personali e gli indirizzi email memorizzati perché tutto fa brodo nel mondo del crimine informatico: occhi aperti sul market, dunque. Nella fotogallery che segue ecco alcuni consigli dello specialista Trend Micro su come scegliere e scaricare le vere app più popolari e stare alla larga dai pericolosissimi falsi.

Il vero Angry Bird (a sinistra) ha molte recensioni e utenti. La versione falsa (a destra) pochi delle une e degli altriDue esempi di recensioni fatte per false appControllate le info nella lista delle varie versioni di un gioco: se alcune mancano, non scaricatelo